Home / Territorio / Edilizia, il punto della situazione

Edilizia, il punto della situazione

Dopo i dati drammatici sull’edilizia molisana, confronto tra l’Acem e l’Assessore Regionale ai Lavori Pubblici Vincenzo Niro sulla situazione in essere ad iniziare dai crediti incagliati a causa della perenzione e finiti negli avanzi di amministrazione negli anni addietro, sui quali l’Assessore Niro ha spiegato i criteri dettati dallo Stato per lo smobilizzo di volta in volta di tranche annuali che richiedono ancora due anni e mezzo per l’integrale soddisfo.
Gli imprenditori edili sul punto hanno fatto presente che si tratta di lavori eseguiti addirittura nel 2013 e che necessitano di una pronta ed urgente soluzione, sollecitando l’attenzione dell’esecutivo regionale.
Quindi si è parlato della ricostruzione del terremoto 2002 e della imminente tranche di risorse che dovrebbe coprire le istruttorie in corso a tutto il 2018, dell’abbassamento al 4% dell’aliquota di rendicontazione al CIPE che dovrebbe a sua volta facilitare il trasferimento dei fondi.
Si è discusso inoltre anche del post sisma 2018 ed infine ampio spazio è stato dedicato dall’Assessore Niro alla programmazione delle opere pubbliche, durante il quale si è soffermato sui vari finanziamenti: Castellelce, viadotto Gamberale, impiantistica sportiva, edilizia scolastica, la viabilità dell’Alto Molise, l’idrico integrato, i collegamenti Tirreno-Adriatico, le dighe, la riqualificazione dell’ex Romagnoli e quant’altro, evidenziando che purtroppo i tempi delle normative non sono celeri per mandare in appalto i vari interventi e confidando negli effetti velocizzanti del recente “sblocca cantieri”.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Edili domani in sit-in dinanzi la Giunta regionale

Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil del Molise saranno domani a Campobasso, dinanzi la sede …

Un Commento

  1. La situazione non è rosea e non bisogna essere del settore per rendersene conto, ma non si può omettere un aspetto determinante: la SICUREZZA sul lavoro. Raramente, ad esempio, vedo operai sulle impalcature che indossano il casco, obbligatorio secondo la legge 231. A Termoli in questo periodo c’è un cantiere in un noto palazzo sul Lungomare Nord: ditemi se qualcuno degli operai indossa un casco!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *