Due minerali, mai visti prima sulla Terra, sono stati trovati in uno dei più grandi meteoriti conosciuti sul pianeta Terra

Due minerali mai visti prima sulla Terra sono stati scoperti in un gigantesco meteorite di 16,5 tonnellate, fornendo ai ricercatori potenziali indizi su come si formano le rocce spaziali.

I nuovi minerali sono stati trovati in una fetta di 2,5 once del meteorite El Ali in Somalia, che è stato scoperto nel 2020 ed è il nono meteorite più grande mai scoperto, Lo ha dichiarato l’Università dell’Alberta in un comunicato stampa. I meteoriti sono meteoriti che vivono attraverso l’atmosfera terrestre e atterrano sulla Terra. Secondo la NASA.

I campioni sono stati prelevati dal meteorite e inviati all’Università di Alberta per la classificazione, dove i ricercatori hanno scoperto il minerale. I ricercatori hanno anche affermato di aver identificato un terzo nuovo minerale, sebbene sia ancora in fase di revisione. I risultati sono stati presentati allo Space Exploration Symposium dell’università il 21-22 novembre.

“Quando trovi un nuovo minerale, significa che le effettive condizioni geologiche, la chimica della roccia, erano diverse da quelle trovate prima”, Chris Hurd, curatore della Collezione di meteoriti dell’Università di Alberta e professore di Scienze della Terra e dell’atmosfera, detto in un comunicato. “Questo è ciò che lo rende eccitante: in questo particolare meteorite ci sono due minerali descritti ufficialmente che sono nuovi per la scienza”.

Un pezzo di meteorite contiene due nuovi minerali scoperti.

L’università ha affermato che Hurd sapeva che c’era qualcosa di unico nel chip quando l’ha notato per la prima volta, quindi ha contattato il collega Andrew Lowcock, che era stato coinvolto nella caratterizzazione dei minerali in precedenza. I metalli erano industriali Era stato realizzato in precedenza, quindi Lowcock ha confermato i nuovi minerali confrontando le composizioni di minerali naturali e sintetici.

READ  La NASA rilascia immagini nuove e più vivaci dei famosi pilastri della creazione

Uno dei minerali è stato chiamato elaliite, un riferimento al nome del meteorite, che deriva dalla zona in cui è stato trovato in Somalia. L’altro è chiamato elkinstantonite, in onore di Lindy Elkins-Tanton, vicepresidente della Planetary Initiative presso l’Arizona State University e ricercatore principale per L’imminente missione Psyche della NASAche tenterà di inviare un orbiter all’asteroide ricco di minerali nel 2023.

Macchia: Il rover su Marte della NASA cattura l’aspetto che ha quando un meteorite colpisce Marte

Di cosa parlano tutti? Iscriviti alla nostra popolare newsletter per ricevere le ultime notizie del giorno

Nuovi minerali possono avere nuovi usi

Con l’aiuto dei ricercatori dell’UCLA e del Caltech, Hurd ha classificato il meteorite come un meteorite “IAB complesso di ferro”, uno dei 350 di questo tipo, ha detto l’università.

I ricercatori condurranno ulteriori test sui minerali, che sperano possano fornire informazioni sulle condizioni all’interno del meteorite quando si è formato, quando sono conosciuti come meteoriti. Se è possibile prelevare più campioni dal meteorite, afferma la dichiarazione, potrebbero esserci altri minerali unici da scoprire, che potrebbero portare a nuovi usi sul nostro pianeta.

“Ogni volta che si conosce un nuovo materiale, anche gli scienziati dei materiali sono interessati a causa dei potenziali usi in un’ampia varietà di cose nella società”, ha detto Hurd.

Segui Jordan Mendoza su Twitter: @jordan_mendoza5.

Questo articolo è originariamente apparso su USA TODAY: Nuovi minerali, mai visti prima sulla Terra, sono stati trovati nel meteorite della Somalia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.