Home / Campobasso / Depuratore malfunzionante, quattromila euro di multa al Comune

Depuratore malfunzionante, quattromila euro di multa al Comune

Una multa di quattromila euro è stata rifilata al Comune di Campobasso, da parte dell’Arpa Molise, per un malfunzionamento dell’impianto di depurazione delle acque di San Pietro. Alla multa, il Comune ha risposto con un ricorso al Tar contro la sanzione applicata. La questione della depurazione delle acque si trascina, ormai, da anni senza che l’amministrazione comunale abbia ritenuto di porvi rimedio. Gli impianti di depurazione a Campobasso sono gestiti dall’impresa Dondi che che incassa qualcosa come oltre un milione e mezzo di euro per la gestione complessiva degli impianti. Strutture che avrebbero la necessità di interventi per il ripristino funzionale a garanzia dell’acqua che viene, poi, sversata nei fiumi. La multa rifilata dall’Arpa Molise per il cattivo funzionamento dell’impianto di San Pietro, fotografa proprio la situazione in essere. A questo, l’amministrazione comunale, più che ricorrere al Tar, avrebbe fatto bene a rivedere la politica dello smaltimento delle acque reflue anche perché è un servizio pagato dai cittadini e che deve essere garante della qualità delle acque rimesse nei fiumi proprio per evitare di incappare nelle sanzioni per inquinamento. E, ancora, vanno tutelati i lavoratori degli impianti che lamentano i ritardi nei pagamenti delle mensilità. Un altro problema che si trascina da tempo e che ha visto, anche, l’intervento sostitutivo previsto per potere pagare direttamente i lavoratori.

Di admin

Potrebbe Interessarti

I sindacati del Trasporto in difesa dei lavoratori e contro le aziende che non li pagano “Chiediamo un deciso intervento della Regione che non sia formale, ma sanzionatorio”

Una batteria di sigle sindacali (Faisa Cisal Filt –Cgil Fit –Cisl – Uiltrasporti – Ugl …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *