Home / Politica / Deleghe e dintorni, i risultati del nostro sondaggio. Top Di Baggio Flop Mazzuto

Deleghe e dintorni, i risultati del nostro sondaggio. Top Di Baggio Flop Mazzuto

Questi i risultati finali del nostro sondaggio:

Vincenzo Cotugno 32%

Roberto Di Baggio 37%

Vincenzo Niro 18%

Nicola Cavaliere 7%

Luigi Mazzuto 0%

Nessuno 6%

È Roberto Di Baggio, secondo i nostri lettori, l’assessore che meglio ha operato in questi primi sette mesi di lavoro della Giunta Toma. Il sondaggio, molto partecipato, circa 5000 i votanti, ha visto prevalere di circa 5 punti percentuali Di Baggio su Vincenzo Cotugno. Dunque secondo i nostri lettori il lavoro messo in campo dall’Assessore all’Urbanistica e Pianificazione territoriale è risultato più che positivo. Ma dai dati, seppur non scientifici, si evince che anche il lavoro profuso da Vincenzo Niro e Vincenzo Cotugno è stato apprezzato dai nostri lettori, così come quello dell’Assessore all’Agricoltura Nicola Cavaliere, seppur quest’ultimo ha totalizzato un indice di gradimento più basso rispetto ai tre colleghi su citati. Male, per non dire malissimo, l’Assessore al Lavoro Luigi Mazzuto, il quale ha totalizzato solamente 17 voti, restando fermo allo 0%. Dunque una vera e propria bocciatura quella dei nostri lettori nei confronti dell’ex Presidente della Provincia di Isernia, probabilmente i tanti problemi riguardanti il lavoro ancor’oggi irrisolti hanno influito sul suo indice di gradimento. Vanno, altresì, sottolineati anche i sei punti percentuali raccolti dalla voce “Nessuno”, un dato che dovrebbe comunque far riflettere. Ci auguriamo che la Giunta possa ripartire con ancor maggior piglio, cercando, per quanto possibile, di mettere in campo politiche atte a risolvere i problemi, annosi, che affliggono la nostra terra.

Potrebbe Interessarti

Michele Iorio e Aida Romagnuolo a Toma: Sul Piano regionale del Turismo dato a Sviluppo Italia Molise bisogna eliminare dubbi e perplessità di ogni genere

Dei suggerimenti di Michele Iorio, che della Regione conosce le pieghe più recondite per essere …

Un Commento

  1. Egregio Presidete, posso capire le cosiddette ” opportunità ” politiche dettate da accordi elettorali e tutto quello che ciò comporta, ma un manager come lei dice di essere dovrebbe tener conto della ” produttività ” dei suoi collaboratori e se questa è scarsa o nulla e per di più “cerþificata ” dagli utenti, mi sembra che dovrebbe trarre le sue conseguenze, va bene che in politica si può “galleggiare”, ma quando è troppo è troppo…. Buon lavoro ,Presidente!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *