Home / Territorio / Conte: Procederemo velocemente con i progetti e il finanziamento”

Conte: Procederemo velocemente con i progetti e il finanziamento”

Seconda visita in Molise del premier, Giuseppe Conte per toccare i punti del Contratto istituzionale di sviluppo per la regione. 252 proposte progettuali, 100 stakeholder di cui 82 comuni, 16 associazioni tra associazioni, imprese e due consorzi questi i numeri che sono venuti dal territorio regionale. Nei prossimi giorni sottoscriverà e metterà “a punto il decreto del presidente del Consiglio per il contratto istituzionale di sviluppo per il Molise”: “procederemo rapidissimamente”, annuncia, e “istruiremo tutti i progetti pervenuti e alla luce del disegno strategico di Invitalia cercheremo di ricondurre a unità i vari progetti”.

Conte, però, non ha toccato solo la questione dei Contratti di sviluppo. Per la sanità: “Siamo consapevoli dello stato della sanità che emerge in Molise – ha sottolineato Conte- come anticipato anche dal Governatore Toma, è una situazione molto complessa che si trascina da anni, non è mio interesse ripartire torti e ragioni con precedenti governi, dobbiamo lavorare alla soluzione del problema, attualmente abbiamo pensato che lo strumento del commissariamento ci potesse assicurare determinati risultati, non vuole però essere questo uno strumento etero imposto, sicuramente abbiamo pensato a un punto di svolta visto che si tratta di una situazione irrisolta da molto tempo. Qui c’è in gioco la salute dei cittadini, è a quella che dobbiamo pensare garantendo, dobbiamo assolutamente con il ministro Grillo, con i commissari, lavorare tutti insieme verso la soluzione di questi problemi”. Lo stesso Conte ha toccato, poi, la questione dell’autonomia differenziata. Il presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, si farà “garante” del fatto che il “percorso di valorizzazione delle autonomie regionali non sarà mai a discapito di altre regioni. Il nostro obiettivo è il riscatto del Meridione perché questo significa anche il rilancio dell’Italia”.

Quindi Conte aggiunge che è da “valutare con molta attenzione questo progetto che è richiesto da alcune regioni. Vi assicuro che c’è, non solo la massima attenzione a realizzarlo, ma anche a realizzarlo con tutte le garanzie e cautele” rispetto ad un “progetto così impegnativo che puo’ avere ricadute cosi’ incisive sul territorio nazionale”. E “sicuramente ci sono due garanzie fondamentali: la solidarietà nazionale e la coesione sociale”.

Di admin

Potrebbe Interessarti

La transumanza entra nel patrimonio dell’Umanità Unesco. Carmelina Colantuono: “E’ una soddisfazione immensa per la nostra famiglia Premiato il nostro impegno e quello di pastori, partner nazionali e stranieri”

“La soddisfazione è tanta, siamo tutti emozionati. Vediamo parte dei nostri sacrifici ripagati e, in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *