Home / Politica / Consiglio regionale del Molise, agenda vuota pazienza satura

Consiglio regionale del Molise, agenda vuota pazienza satura

In Consiglio Regionale sono oramai anni che la discussione è venuta a mancare, ordini del giorno quasi sempre vuoti e privi di mordente, in barba ai problemi che attanagliano il Molise. Infatti non si ricorda nessuna seduta che abbia avuto un certo peso specifico per mettere in cantiere idee e progetti volti allo sviluppo della nostra regione. Rileggendo le carte di sedute passate, per intenderci quelle della cosiddetta “Prima Repubblica”, non faccio fatica ad individuare provvedimenti, discussioni, delibere utili e propedeutiche allo sviluppo del nostro territorio. Si parlava, si dibatteva, ci si “scornava” ma il “parto” era assicurato, ed erano sicuramente anni economicamente e socialmente più floridi questi, eppure si lavorava, di più, per cercare ulteriormente di crescere. Invece oggi assistiamo ad inutili passerelle politiche, un Consiglio attanagliato da un vuoto di idee cronico. Non ricordo odg volti a cercare di dare una spiegazione, e perché no un rimedio, al problema dei giovani che vanno via, al lavoro che manca, alle infrastrutture inesistenti. Consiglieri assenti ingiustificati, quasi timorosi nei confronti della parola dibattito. Le assise sono luoghi di confronto e dibattito, anche duro ed aspro, ma produttivo, ed invece in Molise, uno dei cardini del sistema liberaldemocratico, è venuto meno. Cari consiglieri se il dibattito viene meno, vengono meno anche le soluzioni e se vengono meno le soluzioni viene meno la Regione. Sogno un Consiglio che dibatta su questi temi, cercandone la matrice storica per arrivare a dare delle risposte concrete a coloro che oggi hanno smesso di sognare, di sperare, di vivere. Questa non vuol essere una asettica critica ma uno sprono per riportare il dibattito, le idee al centro del Consiglio Regionale, per non vanificare quanto fatto da uomini illustri del passato, penso ad esempio all’On. Colitto, all’On. Sedati etc, che si sono battuti affinché il Molise conquistasse la sua autonomia.

Potrebbe Interessarti

PER I LAVORATORI ATM LE FESTIVITA’ SONO SEMPRE AMARE

“Prendiamo atto della buona volontà della Regione Molise nel voler risolvere l’annoso problema del pagamento …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *