Home / Territorio / Centro per l’Impiego, un assurdo molisano

Centro per l’Impiego, un assurdo molisano

Un assurdo quello che si sta avendo per il centro per l’impiego di Campobasso. Le dispute tra Regione provincia, a livello dirigenziale, stanno mettendo in ginocchio quello che resta dell’impianto strutturale e funzionale del centro. Senza computer da settimane, senza i necessari collegamenti internet e possibilità di accesso ai siti, con il poco personale rimasto diventa per davvero difficile pensare ad un sistema funzionante. Tanto che quotidianamente le cento persone in media che si portano presso gli sportelli di piazza Molise devono tornarsene a casa. E pensare che parliamo di una struttura che dovrebbe indirizzare al lavoro, presentare le possibilità occupazionali garantire servizi a chi il lavoro l’ha perso o non riesce proprio a trovarlo. Un disastro ed un assurdo. E tutto questo perché c’è una sorta di braccio di ferro tra regione e provincia su come fare funzionare il centro. Ed ancora una volta ad essere chiamati in causa sono i dirigenti e, in specialmodo, quelli dell’amministrazione provinciale di Campobasso che sembrerebbero fermi nelle loro asserzioni tra la proprietà dell’immobile e la regione chiamata a gestire, per legge nazionale, il Centro per l’impiego. Una situazione che non è perdonabile in uno stato che si dice civile. Una situazione che sfiora finanche il ridicolo se non stessimo parlando di questioni serie. Di coinvolgimento di persone che cercano un lavoro o abbisognano di servizi. Un assurdo, per l’appunto.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Campobasso, in viale Elena cade un leccio attaccato da un fungo alle radici

Sarebbe stato un fungo ad infettare e danneggiare le radici del leccio caduto questa mattina …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *