Home / Territorio / Carceri in Molise, pericoloso sovraffollamento

Carceri in Molise, pericoloso sovraffollamento

Le carceri sovraffollate sono un problema enorme, anche in Molise. BE gli ultimi casi di cronaca ripropongono con forza il problema. “Bisognerebbe vedere la detenzione come l’estrema ratio, cioè come una delle possibili forme di certezza della pena o non come l’unica realmente adottata”. Così il Garante regionale dei Diritti della Persona, Leontina Lanciano. “In Molise – aggiunge – non siamo immuni al problema e a vicende drammatiche e devastanti sul piano umano e sociale. “Meno tensioni – conclude il Garante – significherebbe anche ridurre il numero degli spostamenti dei detenuti da un carcere all’altro, che portano spesso ad accentuare nervosismo e conflitti”. E anche il direttivo delle Camere penali del Molise interviene sulla questione del sovraffollamento. La situazione ravvisata nella Regione a far data dal 30 settembre è ugualmente problematica, poiché a fronte di una capienza regolamentare di 270 posti ricompresi fra gli istituti penitenziari di Campobasso, Isernia e Larino, i detenuti ospitati sono ben 400. In particolare, nella struttura di Campobasso, la quale presenterebbe una capienza regolamentare di 106 posti, i detenuti effettivamente presenti sono 143, mentre in quella di Larino, a fronte di una capienza regolamentare di di 114, i detenuti presenti sono 216. La situazione è contenuta nella norma soltanto nell’istituto penitenziario di Isernia, ove sono ospitati 41 detenuti a fronte di una capienza di 50 persone. “Le Camere Penali – chiude la nota del direttivo – promuoveranno iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica su tale problematica, nell’ottica di una ripartizione più equa dei detenuti tesa a ridimensionare la problematica del sovraffollamento carcerario.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Trasporto pubblico su gomma, sciopero il 25 ottobre

Il prossimo 25 ottobre, pullman fermi in Molise. E’ stata l’assemblea dei dipendenti del trasporto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *