Home / Territorio / Campobasso, differenziata da rivedere

Campobasso, differenziata da rivedere

Una raccolta differenziata, quella avviata a Campobasso, che non pochi problemi ha generato a partire dal centro storico e finire alla raccolta dell’umido. Quest’anno, poi, l’amministrazione comunale, pur aumentando la tariffa, ai residenti dei quartieri interessati dalla raccolta differenziata porta a porta non distribuirà il calendario 2020 in cui sono riportati nel dettaglio il giorno del conferimento di organico, plastica, residuo secco, vetro e carta. L’amministrazione comunale ha preferito evitare quello che è considerato un doppio spreco: la spesa di stampa degli stessi, seimila euro e la relativa carta. Chi vuole può scaricare e stampare il calendario dal sito della Sea Servizi e Ambiente la società che si occupa della raccolta dell’immondizia. Un apposito link è disponibile proprio con il cronoprogramma . Ma la decisione non ha mancato di alimentare polemiche e ansie soprattutto tra la popolazione anziana che non sempre possiede il pc o una stampante in casa o non ha competenze tali da riuscire a collegarsi a Internet e stampare il calendario. E in difficoltà potrebbero ritrovarsi quegli anziani, in particolare soli, che non hanno parenti a cui chiedere di poter provvedere in tal senso. E tutto questo, proprio nel momento in cui i cittadini di Campobasso saranno costretti a pagare di più la Tari che è salita dal 2% al 4%. Una raccolta differenziata che in altre parti d’Italia ha generato tariffe minori rispetto al passato e che a Campobasso, invece, ha prodotto un aumento. E inondato le case di bidoni e bidoncini.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Sacrario Caduti al Monforte, l’ispezione

In merito ai lavori che dovranno aversi per il Castello Monforte, si è avuta anche …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *