Home / Campobasso / Campobasso, centrodestra alla ricerca del candidato sindaco. E le Primarie?

Campobasso, centrodestra alla ricerca del candidato sindaco. E le Primarie?

Secondo tavolo di confronto all’interno della coalizione di centrodestra per le comunali di Campobasso. Del resto, bisogna indicare il nominativo del candidato a sindaco che dovrà scendere in campo per guidare la coalizione alla ricerca della conquista di Palazzo San Giorgio. Al tavolo, è stato l’assessore Vincenzo Niro, segretario dei Popolari per l’Italia a lanciare la possibilità delle primarie, così come il centrodestra ha fatto a Bari e Foggia, per la scelta del candidato. Primarie anche per evitare di dire no a candidature possibili. Proposta, però, bocciata in partenza dagli esponenti degli altri partiti della coalizione. Così, sul tavolo, continuano a restare i nomi che fino a questo momento hanno tenuto banco. C’è quello del consigliere uscente di Democrazia popolare, Francesco Pilone che rivendica la candidatura per essere stato sempre nello schieramento di centrodestra. C’è poi il nome dell’attuale presidente dell’Acem, Corrado Di Niro: Così come resterebbe in piedi il nome di Rossella Gianfagna preside del Ragioneria e dell’Agrario, nonostante la sua ultima presa di posizione e la tradizionale vicinanza al centrosinistra. Ma, anche, quella dell’ex assessore comunale, Salvatore Colagiovanni. Il tempo, intanto, passa e bisogna stringere per chiudere su di un nominativo che possa trovare il consenso di tutti così come è stato per le passate elezioni regionali. Anche perché, il nome del candidato a sindaco sarà la cartina di tornasole per la formazione delle liste. Un nome capace di aggregare in vista, con molta probabilità di un ballottaggio. Per questo si starebbe lavorando per evitare possibili spaccature che sembrano essere dietro l’angolo nel momento della scelta.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Precariato prossimo venturo. Dopo i corsi professionali per pizzaioli, parrucchieri e baristi sono quelli per “operatori” e “customer care” dei Call center ad essere finanziati dalla Regione

La Formazione professionale era e rimane un punto fermo del mercato del lavoro che dopo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *