Home / Politica / Boccardo: “Sanità, troppo facili i tagli lineari”

Boccardo: “Sanità, troppo facili i tagli lineari”

“È troppo facile fare i commissari con i tagli lineari a 200 mila euro”. E’ il commento della segretaria regionale della Uil, Tecla Boccardo nel mentre si riparla di precari e del rischio ventilato dai commissari di fare i conti prima delle nuove assunzioni di personale sanitario. “Oggi, la spesa per il personale da assumere, oggi a tempo determinato, è sempre la stessa. Anche con le nuove assunzioni che sono il passaggio dal tempo determinato a indeterminato. Perché siamo in presenza di una spesa storicizzata. Cosa diversa – sottolinea Boccardo – è la capacità di governare e organizzare e garantire una sanità regionale complessa come quella Molisana in un territorio tutto disagiato. Una vera riorganizzazione e non una falsa riorganizzazione dietro la quale si cela la chiusura di reparti e ospedali è la competenza che serve alla sanità pubblica molisana. La capacità di creare un sistema a rete unico dove si mette insieme il sistema pubblico è quello accreditato con  la medicina sul territorio e il suo potenziamento, l’assistenza domiciliare la medicina di base e tutto il sistema del volontariato e soprattutto la garanzia della rete dell’emergenza tempo dipendente (sono tre): Infarto, Ictus, Pluritraumatizzato. Si possono eliminare gli sprechi le inefficienze gli sperperi solo se si avrà la capacità di riorganizzare il sistema con un sistema unico controllato”.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Precariato prossimo venturo. Dopo i corsi professionali per pizzaioli, parrucchieri e baristi sono quelli per “operatori” e “customer care” dei Call center ad essere finanziati dalla Regione

La Formazione professionale era e rimane un punto fermo del mercato del lavoro che dopo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *