Home / Politica / Boccardo: “Sanità, troppo facili i tagli lineari”

Boccardo: “Sanità, troppo facili i tagli lineari”

“È troppo facile fare i commissari con i tagli lineari a 200 mila euro”. E’ il commento della segretaria regionale della Uil, Tecla Boccardo nel mentre si riparla di precari e del rischio ventilato dai commissari di fare i conti prima delle nuove assunzioni di personale sanitario. “Oggi, la spesa per il personale da assumere, oggi a tempo determinato, è sempre la stessa. Anche con le nuove assunzioni che sono il passaggio dal tempo determinato a indeterminato. Perché siamo in presenza di una spesa storicizzata. Cosa diversa – sottolinea Boccardo – è la capacità di governare e organizzare e garantire una sanità regionale complessa come quella Molisana in un territorio tutto disagiato. Una vera riorganizzazione e non una falsa riorganizzazione dietro la quale si cela la chiusura di reparti e ospedali è la competenza che serve alla sanità pubblica molisana. La capacità di creare un sistema a rete unico dove si mette insieme il sistema pubblico è quello accreditato con  la medicina sul territorio e il suo potenziamento, l’assistenza domiciliare la medicina di base e tutto il sistema del volontariato e soprattutto la garanzia della rete dell’emergenza tempo dipendente (sono tre): Infarto, Ictus, Pluritraumatizzato. Si possono eliminare gli sprechi le inefficienze gli sperperi solo se si avrà la capacità di riorganizzare il sistema con un sistema unico controllato”.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Calenda scrive a Conte: «Sanità, dopo Reggio Calabria una riunione del Consiglio dei Ministri anche a Isernia»

«La grave situazione in cui versa il sistema sanitario molisano necessita di prese di posizioni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *