Home / Politica / Bilancio e Documento finanziario in Consiglio, la solita musica
cof

Bilancio e Documento finanziario in Consiglio, la solita musica

Chi si attendeva un sostanziale cambio di passo politico, attraverso la predisposizione del documento economico finanziario e del bilancio regionale, è rimasto deluso. I due documenti avrebbero dovuto segnare, infatti, lo spartiacque tra la precedente Giunta regionale e la nuova. Sia il documento economico e finanziario che il bilancio di previsione, invece, hanno ricalcato le stesse orme. E’ pur vero che la parte dirigenziale è rimasta la stessa e, dunque, le linee non potevano subire rivoluzioni di sorta. Si attendeva, invece, dalla maggioranza politica alla guida della regione un deciso cambio di passo. Vivace e a tratti duro il dibattito che si è sviluppato in aula con le opposizioni che hanno parlato di macelleria sociale considerati gli aumenti che si prevedono a partire dal trasporto pubblico e dai tributi regionali. Ricordiamo che il documento economico e finanziario definisce gli obiettivi della manovra di bilancio regionale, enunciandone i  contenuti programmatici e costituisce lo strumento a supporto del processo di previsione. Il Documento presentato, presenta 4  ambiti di intervento e 18 le Priorità individuate dal Governo regionale per sostanziare il Documento di Economia e Finanza Regionale, nel quale sono individuati anche i relativi strumenti attuativi.  Tra i punti caratterizzanti, il passaggio legato alla Zona Economica Speciale, il rilancio dei distretti produttivi dell’area di crisi complessa. Per l’ambito SANITÀ E SOCIALE, invece, si prevedono le seguenti priorità: promozione del benessere della popolazione e dell’inclusione sociale e il ripopolamento dei piccoli comuni. Per l’ambito CULTURA TURISMO E SPORT l’innovazione del sistema dell’offerta turistica e culturale molisana. Per l’ambito AMBIENTE E TERRITORIO la messa in sicurezza  del territorio e  renderlo accessibile, fruibile ed interconnesso.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Toma: Infrastrutture, buone nuove per la viabilità

«Il confronto avuto con la ministra De Micheli mi è sembrato, nel suo complesso, abbastanza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *