Home / Campobasso / Ben vengano i fondi per le periferie, ma occorre un nuovo progetto per il Mercato coperto

Ben vengano i fondi per le periferie, ma occorre un nuovo progetto per il Mercato coperto

I fondi per le periferie sono stati riassegnati. Tra i comuni interessati anche quello di Campobasso al quale andranno 18 milioni di euro. Ma è pensabile spendere 9 milioni di euro per una improbabile ristrutturazione il Mercato coperto di via Monforte? Anche perché quella struttura andrebbe abbattuta per ripensare spazi e prospettive attraverso un concorso di idee. E toccherebbe alla nuova amministrazione comunale procedere a ripensare un’operazione capace di dare spazialità all’area. Del resto, è impensabile spendere 9 milioni di euro, vale a dire 5mila euro a metro quadrato per la ristrutturazione di un edificio che sembra essere stato incassato in quell’area tra via Monforte e via Benevento. Che una volta spesi questi soldi la sicurezza sismica potrebbe raggiungere il 60% di quanto chiesto dalla legge. Che l’appalto così come strutturato non prevede a monte le necessarie indagini geologiche. E addirittura senza analisi sui materiali e analisi prove statiche. Il tutto è lasciato al professionista aggiudicatario del progetto farsi carico dell’onere di effettuare prove e analisi statiche dopo l’aggiudicazione dell’appalto. Ecco perché, a questo punto, sarebbe il caso che la nuova amministrazione comunale pensasse seriamente a rivedere complessivamente il progetto così come avviato da quella precedente se, per davvero, si vuole dare un nuovo tocco all’area di via Monforte con una nuova progettazione, visti i 9 milioni di euro, e garantire uno spazio aperto ad un’area oggi ai margini della città e, nel contempo, assicurare una funzione economica al nuovo edificio che vi potrebbe sorgere con un concorso di idee.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Gravina incontra Franceschini per esaminare una serie di situazioni

Il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, ha incontrato a Roma presso il Ministero per i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *