Bagnaia sull’orlo del titolo mondiale dopo la vittoria della Malesia

Francesco Bagnaia ha vinto ieri il drammatico Gran Premio della Malesia, ma lo champagne per il primo Campionato del Mondo MotoGP italiano è rimasto sospeso dopo che il rivale Fabio Quartararo è arrivato terzo.

Bagnaia avrebbe conquistato il titolo se Quartararo non fosse salito sul podio a Sepang, in Malesia, ma il pilota del Ducati Lenovo Team ha aumentato il suo vantaggio a 23 punti in vista dell’ultima gara della stagione a Valencia, in Spagna, tra due settimane.

Bagnaia ha conquistato la bandiera del quadrato in 40 minuti, 14:332, 0,270 secondi di vantaggio sul collega Ducati Enea Bastianini. Quartararo ha completato il podio in 2,7 secondi.

Foto: A.P

Bagnaia è partito nono in rete, ma ha fatto una buona partenza che lo ha visto piombare attraverso il campo fino al secondo posto alla fine del primo giro, sulla ruota posteriore di Jorge Martin, che ha fatto segnare il giro più veloce di sempre a Sepang fino alla pole position.

“Ho fatto il miglior inizio di sempre nella mia vita”, ha detto Bajnaya. “È stato perfetto.”

Le dinamiche di gara sono cambiate al settimo giro quando Martin è caduto, permettendo al pilota Ducati di prendere il volo per primo con Bastianini alle calcagna.

“Ho corso un piccolo rischio in anticipo”, ha detto Bajnaya. “Jorge stava seguendo troppo per la gomma posteriore e io ho iniziato a innervosirmi, poi purtroppo è caduto”.

Bastianini è riuscito a superare il suo connazionale nel quarto round del decimo giro, ma il suo vantaggio è stato di breve durata quando Bajnaya ha rivendicato il primo posto.

READ  Liam Brady si presenta allo Juventus Museum per donare il pallone vincitore dello Scudetto 1982

Nel frattempo Quartararo, che all’inizio della stagione aveva 91 punti di vantaggio su Bagnaia, ha affrontato Marco Pizzi per il terzo posto, ma ha tenuto la sua posizione per respingere il pilota Gresini Racing.

In attacco Bastianini ha continuato a premere Bagnaia, ma l’italiano ha mantenuto la calma per tagliare il traguardo e ottenere la sua settima vittoria stagionale.

“Oggi abbiamo fatto davvero, davvero bene in termini di torneo. È anche la mia settima vittoria, quindi possiamo essere molto felici”, ha detto Bajnaya.

Con un massimo di 25 punti a disposizione a Valencia, Quartararo deve vincere l’ultimo Gran Premio di quest’anno e sperare che Bagnaia finisca 15° o meno per avere qualche speranza di mantenere questo campionato del mondo.

“È passato molto tempo da quando sono salito sul podio”, ha detto Quartaro.

“Ho fatto del mio meglio oggi, non potevo fare niente di meglio, ma sono orgoglioso di me stesso, perché sentivo che questa fosse una delle mie migliori corse della stagione”, ha aggiunto il francese, che stava guidando con un dito rotto , proseguendo quando sabato è caduto nelle sue quattro prove libere.

“Sono almeno felice di averla portata a Valencia. Anche se l’opportunità era molto piccola, abbiamo fatto di tutto per portarla a Valencia”.

I commenti saranno moderati. Conserva i commenti relativi all’articolo. I commenti contenenti linguaggio osceno o osceno, attacchi personali di qualsiasi tipo, promozione e divieto dell’utente verranno rimossi. La decisione finale sarà a discrezione del Taipei Times.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.