Home / Territorio / Antimafia: Molise circondato dalla malavita

Antimafia: Molise circondato dalla malavita

Primo semestre del 2019 dell’attività antimafia che il Ministro dell’Interno ha reso al Parlamento su dati forniti dalla Direzione Investigativa Antimafia. Niente di eclatante per il Molise anche se la regione appare circondata dalla malavita di Puglia e Campania. Un territorio, quello molisano, che è stato più volte scelto per stabilire il domicilio, per cercare rifugio durante la latitanza o per avviare attività delittuose per lo più legate a traffici di stupefacenti. Per ciò che concerne, in particolare, la prossimità con la Campania. La vicinanza territoriale con le aree ad alta densità mafiosa favorisce la permanenza o, in alcuni casi, la latitanza di pregiudicati come dimostra l’arresto, in un appartamento di Campomarino, di un pluripregiudicato ed elemento apicale del clan camorristico Sparandeo, operante su Benevento e provincia. Sul versante pugliese, invece, si rileva nel Rapporto che i settori economici di maggior interesse per i clan sono l’edilizia, la grande distribuzione, la gestione di locali notturni e la rivendita di auto usate. Infine, il traffico di stupefacenti, come dimostra l’operazione “Drug Market”, conclusa dai Carabinieri il 1° marzo 2019 e quella della Polizia denominata Alcatraz, ha posto in essere un collaudato sistema per lo smercio di stupefacenti che arrivano direttamente da centri delle due regioni. Dati, dunque, che testimoniano la necessità di rafforzati controlli ai confini delle due regioni.

Di admin

Potrebbe Interessarti

Agnone, impossibile donare il sangue. Protesta dinanzi l’Asrem

Sit-in di protesta dinanzi la sede dell’Asrem da parte dell’associazione Fidas di Agnone.” Da circa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *