Almeno 41 morti nella chiesa del Cairo Incendio: Chiesa copta

La Chiesa copta egiziana ha affermato che oggi, domenica, è scoppiato un incendio in una chiesa in un quartiere densamente popolato della capitale egiziana, Il Cairo, uccidendo almeno 41 persone e ferendone altre 14.

Non è stata immediatamente nota la causa dell’incendio, che ha provocato la diffusione di fumo in grandi quantità nella chiesa di Abu Sefein nel quartiere di Imbaba, abitato dalla classe operaia. Un’indagine preliminare ha indicato un cortocircuito, secondo una dichiarazione della polizia.

La Chiesa copta ha riportato il bilancio delle vittime, citando funzionari sanitari. Ha aggiunto che l’incendio è scoppiato mentre il servizio era in corso domenica mattina.

Quindici autopompe sono state inviate sul posto per spegnere le fiamme, mentre le ambulanze hanno trasportato i feriti negli ospedali vicini.

Il presidente Abdel Fattah El-Sisi ha parlato al telefono con il cristiano copto papa Tawadros II per porgere le sue condoglianze, secondo l’ufficio del presidente.

Persone e agenti di polizia si sono radunati vicino alla scena della sparatoria mortale di domenica. (Mohamed Abdelghani/Reuters)

“Sto seguendo da vicino gli sviluppi del tragico incidente”, ha scritto Sisi su Facebook. “Ho incaricato tutte le agenzie e le istituzioni governative competenti di prendere tutte le misure necessarie e affrontare immediatamente questo incidente e i suoi effetti”, ha aggiunto.

Il ministero dell’Interno ha dichiarato di aver ricevuto un rapporto sull’incendio alle 9:00 ora locale e di aver scoperto che l’incendio è scoppiato in un condizionatore d’aria al secondo piano dell’edificio.

Il ministero, che sovrintende alla polizia e ai vigili del fuoco, ha accusato l’incendio di un corto circuito, che ha inviato enormi quantità di fumo.

Il pubblico ministero del paese, Hamada El-Sawy, ha ordinato un’indagine e una squadra di pubblici ministeri è stata inviata alla chiesa.

I cristiani in Egitto costituiscono circa il 10 per cento della popolazione del Paese di 90 milioni e da tempo lamentano discriminazioni da parte della maggioranza musulmana del Paese.

L’incendio della domenica è stata una delle peggiori tragedie di incendi degli ultimi anni in un paese in cui gli standard di sicurezza e le normative antincendio sono scarsamente applicati. Nel marzo dello scorso anno, un incendio in una fabbrica di abbigliamento vicino al Cairo ha ucciso almeno 20 persone e ferito altre 24.

READ  Il presidente della Tanzania incontra il ministro degli Esteri cinese per discutere le relazioni bilaterali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.