Alexander Koenig, l’ufficiale inginocchiato sulla schiena di George Floyd, accetta di patteggiamento

Un ex agente di polizia di Minneapolis si è dichiarato colpevole lunedì di aver aiutato e favorito l’omicidio di secondo grado nell’omicidio di George Floyd mentre stava per iniziare la selezione della giuria. Un altro ex ufficiale ha rinunciato al suo diritto a un processo con giuria, stabilendo una procedura insolita in cui un giudice emette una sentenza dopo che gli avvocati hanno presentato argomentazioni scritte.

L’operazione richiede il riconoscimento di un diritto c. Alexander Koenig è stato condannato a 3 anni e mezzo di carcere, con i pubblici ministeri che hanno accettato di ritirare l’accusa di favoreggiamento per omicidio di secondo grado. King è il secondo ufficiale a dichiararsi colpevole dell’accusa dello stato, dopo Thomas Lane, che si è dichiarato colpevole all’inizio di quest’anno.

Il loro ex collega, Tu Thao, ha respinto il patteggiamento all’inizio di quest’anno, dicendo al giudice che sarebbe “un bugiardo” accettare un simile accordo. Lunedì, ha accettato di procedere con una procedura modificata chiamata il processo di prova stipulato, in cui accetta alcune prove contro di lui e rinuncia ai suoi diritti al processo con giuria e alla testimonianza.

Le due parti prepareranno prove concordate contro Thao e prepareranno argomentazioni conclusive scritte. Li presenteranno al giudice Peter Cahill entro il 17 novembre, con Cahill a dichiarare colpevolezza o innocenza entro 90 giorni. Il processo include un accordo per far cadere l’accusa di concorso in omicidio premeditato se Thao viene ritenuto colpevole di un’accusa minore. Con una tale condanna, Thao sarebbe probabilmente condannato a quattro anni di prigione.

Tutti e tre sono stati incriminati a febbraio con l’accusa federale relativa alla violazione dei diritti civili di Floyd, che era nero. Lynn è stata condannata a due anni e mezzo di prigione nel caso federale. Kueng è stato condannato a tre anni di carcere e Thao a 3 gradi Celsius, ma per alcuni membri della famiglia Floyd e attivisti le pene erano troppo piccole.

READ  Furto catalizzatore, abuso domestico

Floyd, 46 anni, è morto il 25 maggio 2020, dopo che l’agente Derek Chauvin, che è bianco, lo ha bloccato a terra con un ginocchio sul collo di Floyd perché ha ripetutamente affermato di non poter respirare. L’omicidio, che è stato registrato in un video ampiamente visto da un passante, ha suscitato proteste a Minneapolis e in tutto il mondo come parte di un resoconto contro l’ingiustizia razziale.

Kueng è stato mostrato il 29 giugno 2020. Come parte del suo patteggiamento, Kueng ha ammesso di sapere dalla sua esperienza e formazione che trattenere una persona ammanettata in posizione prona creava un rischio significativo e che la moderazione di Floyd era irragionevole date le circostanze. (Nicolas Pfauci/Reuters)

Kueng e Lane hanno aiutato a trattenere Floyd, che è stato ammanettato. King si inginocchiò sulla schiena di Floyd e Lane afferrò le gambe di Floyd. Thao ha impedito ai passanti di interferire durante i 9 minuti di ritenuta.

Come parte del patteggiamento, Kueng ha ammesso di tenere il busto di Floyd e che sapeva dalla sua esperienza e addestramento che trattenere una persona ammanettata in posizione prona creava un grande pericolo e che la moderazione di Floyd era irragionevole date le circostanze.

frase simultanea

L’appello di King richiedeva che servisse contemporaneamente i suoi termini statali e federali, proprio come fa Lynn.

Chauvin è stato condannato l’anno scorso per omicidio premeditato e omicidio premeditato e attualmente sta scontando 22 anni e mezzo nel caso statale. Si è anche dichiarato colpevole di un’accusa federale di violazione dei diritti civili di Floyd ed è stato condannato a 21 anni di carcere per questo e in un caso non correlato che coinvolge un ragazzo di 14 anni. Sta scontando le sanzioni allo stesso tempo presso il Federal Correctional Facility di Tucson, in Arizona.

Kueng è nero, Lin è bianco e Thao è Hmong americano. Sono stati condannati con accuse federali a febbraio dopo un processo durato un mese incentrato sulla formazione degli ufficiali e sulla cultura del dipartimento di polizia. Tutti e tre sono stati condannati per aver negato a Floyd il suo diritto alle cure mediche e Thao e Koenig sono stati giudicati colpevoli di non essere intervenuti per fermare Chauvin durante l’omicidio.

Se King fosse stato condannato per favoreggiamento in omicidio di secondo grado, avrebbe dovuto affrontare un’ipotetica condanna a 12 anni e mezzo di carcere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.