Home / Territorio / Agnone, uno spiraglio per l’ospedale?

Agnone, uno spiraglio per l’ospedale?

Forse una svolta per l’ospedale di Agnone perché possa diventare, per davvero, ospedale di area disagiata. A Roma, confronto presso il ministero della salute tra il vice ministro Sileri, gli amministratori del comune altomolisano e i commissari ad acta. Si è arrivati alla definizione di una modifica del Piano operativo sanitario che dovrà vedere la luce a firma, proprio, dei commissari. Nel frattempo, però, bisogna reperire medici e personale sanitario che abbia voglia di andare a lavorare ad Agnone. Un impegno, in tal senso, il comune di Agnone avrebbe individuato anche con benefit che potrebbero essere individuati dall’amministrazione e dagli altri centri interessati. “Diversamente, insomma, – si sottolinea nella nota del comune di Agnone – da quanto accaduto in precedenza, è stato questo un incontro molto più concreto poiché svoltosi alla presenza di chi dovrà redigere il POS (i commissari) e da parte di chi dovrà dargli indicazioni. Siamo certi che, finalmente, la situazione per la sanità Altomolisana potrà cambiare. Lo facciamo senza rinunciare o abbassare la guardia ma mantenendo sempre alta l’attenzione con un atteggiamento, però, di positività affinchè si torni al Caracciolo per trovare i servizi e quella professionalità che non è mai mancata, grazie anche e soprattutto a tutto il personale medico e paramedico che negli ultimi tempi riesce ancora a garantire con grandi sacrifici la funzionalità della struttura». Ora, però, bisognerà definirne i contorni e prevedere opportuni benefit per il personale disposto a lavorar ad Agnone

Di admin

Potrebbe Interessarti

Gravina incontra Franceschini per esaminare una serie di situazioni

Il sindaco di Campobasso, Roberto Gravina, ha incontrato a Roma presso il Ministero per i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *