9 ottobre 2022 Notizie su Russia e Ucraina

Fumo nero si alza da un incendio scoppiato sul ponte di Kerch l’8 ottobre (AFP/Getty Images)

Il Cremlino è determinato a mostrarsi L’attacco al ponte di Crimea Non era così pericoloso e l’ancora di salvezza cruciale dalla terraferma russa alla Crimea annessa illegalmente sarebbe presto tornata alla normalità.

I danni fisici possono essere ripristinati – la Russia ha immediatamente inviato una grande squadra di emergenza sul sito – ma il danno al prestigio della Russia e, soprattutto, all’immagine di Vladimir Putin, non sarà facile da riparare.

Questo è per lui ponte, per lui Il progetto, che è stato realizzato con l’equivalente di circa 4 miliardi di dollari del tesoro russo. È una simbolica “fede nuziale” che unisce la Russia e la Madre Ucraina, o almeno una regione che appartiene ancora legalmente all’Ucraina, importante non solo per lo sforzo bellico di Putin ma per la sua ossessione di riportare l’Ucraina sotto il controllo della Russia.

Mettere in Indirizzo del 21 febbraio Al popolo russo, poco prima di ordinare l’invasione dell’Ucraina, ha rivelato la sua visione distorta della storia. Insiste sul fatto che l’Ucraina non è davvero un paese indipendente: “L’Ucraina non è solo il nostro paese vicino”, ha affermato. “È parte integrante della nostra storia, cultura e spazio spirituale”.

Questo discorso, uno dei più rivelatori della sua presidenza, chiarisce che la guerra fratricida contro l’Ucraina è molto personale per lui. Per molti anni si è concentrato su Pietro il Grande, lo zar russo che fondò San Pietroburgo, la città dove Putin è nato e cresciuto. Una volta ho visitato l’ufficio dell’amministrazione comunale di Putin nei primi anni ’90 dopo essere tornato dal suo lavoro come agente del KGB nella Germania dell’Est. Sulla parete sopra la sua scrivania c’era una foto di Pietro il Grande.

READ  17 dispersi e decine di feriti a causa di fulmini, esplosioni e incendi nell'impianto di stoccaggio di petrolio cubano

Nel giugno di quest’anno, la guerra stridente in Ucraina è entrata nel suo quarto mese, di nuovo Putin Confronta se stesso con Pietro il Grandeinsistendo sul fatto che Pietro, che aveva conquistato una terra dalla Svezia, doveva “restituire” alla Russia ciò che in realtà era suo.

Putin ora, a quanto pare, crede che il ritorno dell’Ucraina in Russia sia il suo destino storico. È possibile che veda l’orribile attacco al ponte di Crimea non solo come un attacco alla patria russa, ma come un insulto personale. È probabile che risponda ferocemente.

Già, un giorno dopo l’attacco, le truppe russe Bombardamento di edifici residenziali civili in Ucraina. Gli intransigenti pro-Putin stanno sollecitando più scioperi alle infrastrutture dell’Ucraina. I leader occidentali avvertono che un Putin sempre più frustrato potrebbe ricorrere all’uso di armi nucleari tattiche. Gli esperti militari affermano che può vendicarsi in modo sproporzionato, colpendo obiettivi inaspettati.

Per anni Putin ha avuto un’altra ossessione: punire i traditori. Un mese dopo che le sue forze hanno attaccato l’Ucraina, ha minacciato ritorsioni contro tutti i russi che si sono opposti alla guerra, definendoli “quinte colonne… traditori patriottici” che schiavizzano l’Occidente.

Questa domenica, il giorno dopo l’esplosione del ponte, ha detto Si chiamava “attacco terroristico” i cui “autori, esecutori e menti” sono i servizi di intelligence ucraini … e “cittadini della Russia provenienti da paesi stranieri”.

Una cosa è chiara: mentre i combattimenti si avvicinano alla Russia, Vladimir Putin vede la sua “missione storica” ​​in pericolo. Ciò significa che le emozioni possono superare la ragione. Per l’Ucraina, per i russi contrari alla guerra e per il mondo, questo è un momento pericoloso.

READ  Rishi Sunak guida la corsa per il primo ministro britannico e Boris Johnson non ha ancora annunciato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.