Home / Politica / Vinitaly, il meglio del Molise vitivinicolo

Vinitaly, il meglio del Molise vitivinicolo

Conferenza stampa di presentazione del Molise all’edizione 2017 del Vinitaly, in programma a Verona dal 9 al 12 aprile tenuta dal presidente della Giunta regionale, Paolo Frattura, dall’assessore regionale all’Agricoltura, Vittorino Facciolla e dal presidente della Camera di commercio del Molise, Paolo Spina.  Per la prima volta grazie alle risorse del Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020, in particolar modo della Misura 3.2 inerente le attività di informazione e promozione dei prodotti di qualità, la Regione ha finanziato la partecipazione del Molise al Vinitaly, evitando quindi di utilizzare le risorse del bilancio regionale. L’occasione ha permesso di evidenziare anche l’incremento del 18,8% del fatturato relativo all’export dei prodotti Dop e del 31% dei vini Igt, tutti con un ottimo livello qualitativo.

Le aziende possono beneficiare di questa Misura del PSR Molise utilizzando i fondi europei, come accade da tempo nelle regioni un po’ più evolute– il commento orgoglioso dell’Assessore alle Politiche Agricole, Vittorino Facciolla- non è stata soltanto una scelta fisiologica e logica, in quanto abbiamo dato alle aziende la possibilità di spendere meno dal momento che la loro quota potrà essere rendicontata sui Programmi”.

Quattordici le aziende molisane partecipanti in qualità di co-espositrici al Vinitaly (Catabbo, Cianfagna, Cieri, Cipressi, Salvatore, San Zenone, Giagnacovo, La Cantina di Remo, Di Majo Norante, Tenute Martarosa, Livio Palazzo, Vinicola Flocco, Vinica e Campi Valerio), cui vanno ad aggiungersi, nell’area degustazione, le Cantine D’Uva, Tenimenti Grieco, Colle Sereno, Borgo di Colloredo, Di Tullio e il Quadrifoglio, per un totale di venti aziende, sei in più rispetto alla scorsa edizione.

“La realtà vitivinicola molisana rappresenta uno dei principali riferimenti dell’agroalimentare regionale, lo è anche e soprattutto oltre i nostri confini regionali – ha affermato il presidente della Regione, Paolo di Laura Frattura- il vino è sinonimo di garanzia di qualità del territorio, funge da promozione dello stesso in maniera sempre più marcata e determinata. Oggi che la sfida si gioca più che mai sui mercati internazionali, il nostro obiettivo è quello di sostenere i produttori favorendo il loro incontro con i clienti stranieri”.

Non a caso, la nostra Regione è reduce dalla partecipazione ad un altro tra gli eventi del settore vitivinicolo più importanti al mondo, il Prowein di Dusseldorf. Mediante la presenza ad eventi di una certa rilevanza internazionale, quali il Vinitaly, il Prowein, il Merano Wine Festival, il Molise continua la sua ascesa verso nuove ed importanti fette di mercato, facendosi strada nel percorso di internazionalizzazione avviato con successo già da qualche anno.

Tante le novità di quest’anno: un maggiore spazio espositivo in un contesto più attinente alla nostra realtà territoriale dato lo spostamento presso il Padiglione 11, assieme alle Regioni Basilicata, Puglia ed Abruzzo; la presenza di alcuni studenti dell’Istituto Alberghiero di Termoli che hanno seguito corsi da sommelier ed uno stand rinnovato nella forma e nei colori, con una grafica accattivante. Ad ogni buon conto il salto di qualità, nella comunicazione della produzione vinicola regionale, si concretizzerà anche in un seminario su “I grandi vini del Molise”, realizzato dall’ONAV Molise nell’ambito delle attività istituzionali del Vinitaly, domenica 9 aprile alle ore 15, presso il Padiglione 10 sala B alla presenza delle istituzioni regionali , nonché del presidente Nazionale dell’Onav, Vito Intini,  che supporterà la degustazione guidata dal delegato regionale Onav, Carolina Iorio.

Un Vinitaly importante, dunque, che contribuirà a valorizzare ancora una volta le eccellenze territoriali di una piccola regione quale il Molise, favorendo il confronto con gli operatori provenienti da altri mercati europei ed internazionali, nella speranza di concludere contratti importanti.

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

In Consiglio regionale, rendiconto e assestamento

Un Consiglio regionale alle prese con i rendiconti finanziari del 2017, dell’assestamento di bilancio per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*