Home / Campobasso / Villa De Capoa, incuria e abbandono

Villa De Capoa, incuria e abbandono

di Giuseppe Saluppo

 

Un giro, questa mattina in Villa De Capoa. Un colpo al cuore. E’ lasciata alla più totale incuria e abbandono da parte dell’amministrazione cittadina. Alberi morenti, vegetazione lasciata crescere senza il benché minimo controllo sullo stato di salute di piante secolari, nonostante vi fosse anche un progetto con la facoltà di Agraria della nostra Università che tendeva a monitorare lo stato di salute della vegetazione esistente. Meglio non accennare alla piazza antistante le scale che conducono alla piscina comunale, altro rudere morente che rappresenta un’ulteriore vergogna per la nostra città, colma di sterchi di vario genere, regno di un degrado che fa capire a chiunque qual è il grado di attenzione che l’amministrazione comunale ha nei confronti dei cittadini e del loro vivere con un buon standard di qualità. Chissà cosa direbbe la contessa De Capoa nel vedere oggi la sua Villa  che voleva come un giardino parlante. Ora, parla, ma parla di storie di degrado e di abbandono. Possibile che nonostante i tanti richiami, le tante proteste dei cittadini l’amministrazione comunale di Campobasso non abbia ritenuto porvi mano e cercare di ravvivare una villa che rappresenta una fetta di storia della città? E’ pur vero che il verde in città sta sparendo, come la falcidia di alberi storici e di pregio. Ma che nemmeno uno sguardo alla villa De Capoa venga dato è fatto assai grave.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

I Carabinieri celebrano la Virgo Fidelis

Nella splendida cornice del Santuario della Madonna del Canneto nel comune di Roccavivara , alla …

Un Commento

  1. Fosse solo Villa De Capoa! E Villa dei Cannoni dove la mettete? E lo scempio di Viale Elena e Corso Bucci dove lo mettete? E l’assoluta incuria e mancanza di igiene nella zona dell’ex Roxy Hotel, adibito a gattile dall’ambulante a cui non viene detto nulla? E la Via Matris? E la strada che conduce al cimitero (via San Giovanni)? E il parco di via Ungaretti? Campobasso sembra una città bombardata, con il campobassano medio che vive su un altro pianeta fregandosene altamente, ed un esecutivo che non sa cosa vuol fare da grande. Ormai non fa più piacere vivere in questa città, non solo perché non c’è lavoro, ma anche perché è il regno del degrado e dell’indifferenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*