Home / Campobasso / “Valorizziamo le ex carceri”, la proposta dell’Associazione ‘Centro Storico’ al Comune di Campobasso

“Valorizziamo le ex carceri”, la proposta dell’Associazione ‘Centro Storico’ al Comune di Campobasso

Sempre più persone contattano l’Associazione per chiedere di visitare il centro storico e i sotterranei del borgo. Purtroppo siamo costretti a rispondere che la quasi totalità dei locali ipogei appartiene a privati e per questo risulta difficile riuscire ad organizzare molte visite.
Tuttavia esiste un sotterraneo di proprietà comunale; si tratta delle ex carceri di vico Persichillo, nel sottosuolo del palazzo settecentesco che ospitò il Tribunale cittadino. Tale locale, di notevole importanza storica, è stato in passato oggetto di un contenzioso tra il Comune di Campobasso ed un privato che, aprendo un varco in una parete e occupandolo, aveva provato ad impossessarsene. Fortunatamente, anche grazie all’intervento dell’Associazione, che qualche anno prima aveva pubblicato delle fotografie dello stesso sotterraneo, l’amministrazione è rientrata in possesso della proprietà.
Ebbene, già nel 2010, l’Associazione Centro Storico presentò all’amministrazione comunale un progetto per la gestione gratuita e la valorizzazione delle ex carceri, ma la proposta fu più volta ignorata.
Più di recente poi, nell’aprile 2015, l’Associazione ha rinnovato la proposta di gestione gratuita del sotterraneo, chiedendo all’amministrazione comunale dei piccoli interventi per la messa in sicurezza del locale. Questo sarebbe un modo per valorizzare il patrimonio storico e culturale che appartiene alla comunità e darebbe a tutti maggiori possibilità di conoscere e visitare un luogo sconosciuto della città. Tuttavia, a più di un anno di distanza, l’amministrazione non ci ha ancora dato una risposta. Attendiamo fiduciosi!

Di Virginia Romano

Potrebbe Interessarti

“A rischio l’area del centro a Campobasso”

“Mentre facciamo un  plauso alle forze dell’ordine per l’immediato intervento auspichiamo che la situazione possa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*