Home / Politica / Università del Molise, la politica regionale si sveglia?

Università del Molise, la politica regionale si sveglia?

di Giuseppe Saluppo

 

All’Unimol “Molise Start Cup 2016”: un altro incontro, un nuovo momento di confronto e crescita con l’Università degli studi del Molise. Dopo le ricerche di “Conoscere per competere”, la presentazione delle nuove idee innovative per fare impresa, proposte di assoluta qualità. Il presidente Frattura ha inteso sottolineare di volere “alzare l’asticella della scommessa che insieme facciamo per il futuro del nostro Molise”. C’è da augurarselo visto e considerato che sono anni, ormai, che il valore dell’istruzione e dell’alta formazione non è più al centro dell’agenda politica molisana. Una classe politica, non dirigente nè diligente, ha confinato il sistema universitario molisano ai margini. Mai vicina finanziariamente all’Ateneo molisano nè, tantomeno, è riuscita a delineare quale programma e visione avesse sul futuro dell’Unimol. Poche risorse, anche per garantire il diritto allo studio dei giovani molisani. Salvo, però, a mostrare il vestito della festa e ad elogiare l’università molisana alla presenza del presidente della Repubblica, Mattarella, prima della visita del presidente del Consiglio dei ministri Renzi, dopo. Passata la festa, però, gabbato lo santo. Sono riemersi i problemi e i contrasti di sempre. Un’università che, pure, dovrebbe essere presente nelle scelte che interessano il territorio ma che troppo spesso non è nemmeno considerata. Nemmeno difesa dinanzi ai tentativi che si manifestano a più latitudini di mettere da parte le università del Sud, Molise compreso. E, anche, perchè mancano le scelte programmatiche regionali. Eppure, il trasferimento delle conoscenze al mondo delle imprese e a tutta la società civile libererebbe il futuro del Molise. Ma a saggi consigli si preferiscono i servili adulatori. Speriamo, solo, che alla lunga l’intelligenza possa vincere su un sistema politico poco dirigente e le idee oscurare i latrati che si alzano da cani fedeli.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Di Niro: “Perchè l’edilizia viene ignorata?”

“Sembra che gli sforzi della politica siano concentrati su tanti settori tranne che sull’edilizia e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*