Home / Politica / Uil: “L’autonomia del Conservatorio Perosi va salvata”

Uil: “L’autonomia del Conservatorio Perosi va salvata”

Con una lettera inviata stamani, Andrea Cutillo, Segretario Regionale della Uil Ricerca Università ed AFAM, ha richiamato l’attenzione dei Parlamentari molisani sull’autonomia statutaria, didattica, amministrativa, finanziaria e contabile del Conservatorio “Perosi”, messa a rischio dalle imminenti riforme.

“Premesso l’importante ruolo che il Conservatorio “Perosi” ricopre nella nostra regione come unica istituzione dell’Alta Formazione Artistica e Musicale – esordisce Cutillo – in virtù non solo dell’offerta didattica che spinge molti studenti, anche da fuori regione, a frequentarne i corsi di studio, ma anche grazie al contributo determinante che fornisce alla crescita culturale della società molisana alla luce dell’intensa stagione artistica che annualmente presenta, ho ritenuto scrivere agli Onorevoli del Molise per condividere con essi alcune preoccupazioni circa gli emendamenti alla Legge di Bilancio che riformano, radicalmente, il comparto dell’AFAM”.

“Infatti – prosegue il Segretario – il Disegno di Legge del Senatore Martini (AS 322) presentato nel corso di questa legislatura in Senato, prevede all’articolo 2 la costituzione, la nascita su base regionale o interregionale, dei Politecnici delle Arti dove far confluire tutte le istituzioni dell’AFAM presenti in un determinato territorio; è ormai palese però che, vista l’imminente fine della legislatura, non sussistendo più le condizioni per l’approvazione di detto DDL, la Commissione Permanente del Senato (Istruzione Pubblica, Beni Culturali, Ricerca Scientifica, Spettacolo e Sport) presenterà, nella Legge di Bilancio alcuni emendamenti che di fatto recepiscono gli stessi criteri circa la nascita dei Politecnici delle Arti”.

E ciò, secondo gli esponenti della Uil Rua, rappresenterebbe un rischio per il Conservatorio molisano in quanto potrebbe nascere un nuovo Politecnico delle Arti dove il “Perosi” sia accorpato ad altre istituzioni di altre regioni: “infatti – dichiara Cutillo – considerato che il Conservatorio è l’unica istituzione dell’AFAM presente in Molise, si chiede che l’investimento culturale di questi anni possa essere salvaguardato con l’incremento dell’offerta formativa, e che di conseguenza sia evitato l’accorpamento con altre istituzioni dell’AFAM di regioni viciniore, in modo da prevedere la trasformazione del solo Conservatorio “Perosi” in Politecnico delle Arti, al fine di garantire l’autonomia ed il ruolo che svolge sul territorio. A tal proposito sono stato immediatamente contattato dal Senatore Ruta, il quale mi ha garantito la massima attenzione e condivisione sulle questioni sollevate, assicurando il massimo impegno per garantire l’autonomia del Conservatorio”. Il “Perosi”, concludono dalla Uil Rua, è un’eccellenza del nostro Molise e tutti, ciascuno per la sua parte, dobbiamo contribuire a preservarlo.

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Berlusconi: “Il centrodestra può governare il Molise”

“Abile oratore, ma assolutamente non adatto a governare il Molise. Sono rimasto in campo ancora …

Un Commento

  1. Alberto Mastrocola

    Non bisogna in alcun modo accorpare il conservatorio a qualche altro ente che non ha nulla a che fare con esso. Tutt’al più, si può creare un consorzio con i conservatori vicini finalizzato a far conoscere la musica ad un numero sempre maggiore di persone e a spingere i giovani ad occupare saggiamente il proprio tempo nello studiare una disciplina che è sinonimo di bellezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*