Home / Politica / Trasporto urbano, il Tar boccia il Comune di Campobasso
Campobasso - pullman Seac

Trasporto urbano, il Tar boccia il Comune di Campobasso

Il Tar Molise ha  sospeso la gara per individuare il nuovo gestore del servizio di trasporto pubblico urbano di Campobasso, del valoro dei oltre 20 milioni di euro,  accogliendo il ricorso presentato dalla Seac. Al pari, lo stesso Tar ha bloccato l’indagine di mercato, avviata dallo stesso Comune capoluogo per individuare una ditta che potesse occuparsi del servizio dal 1 giugno fino al 31 dicembre 2018. Questa, era stata bandita per potere dare l’addio alla Seac in tempi ravvicinati dopo il braccio di ferro tra Comune e Seac stessa. Con la doppia bocciatura, il Comune di Campobasso, oltre ad avere fatto una pessima figura, ha messo in mostra l’assenza di una programmazione nel settore del trasporto pubblico urbano. Una serie di incongruenze tecnico e burocratiche che i giudici amministrativi hanno messo in risalto bocciando, due volte, le procedure adottate dall’amministrazione comunale di Campobasso. Del resto, la Seac non aveva mai mostrato la volontà di sospendere il servizio. Mentre proprio l’azienda del trasporto urbano , ormai ai ferri corti con il Comune, continua a lamentare il mancato pagamento delle spettanze. Intanto,  l’amministratore delegato dell’azienda Costantino Potena, ha ribadito al Comune di essere ancora in attesa dei pagamenti. “Siamo ancora in attesa di ricevere il conguaglio dell’anno 2017 – ha detto l’amministratore della Seac – e le mensilità relative ai mesi da gennaio ad aprile 2018 nonostante la Regione Molise abbia già da tempo effettuato il bonifico delle somme al Comune di Campobasso”.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Per la sede regionale è probabile tornino di attualità le Due Torri di Vazzieri

E’ toccato al presidente dell’Acem, l’associazione dei costruttori edili del Molise, Corrado Di Niro, e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*