Home / Politica / Trasporto urbano, caos continuo
Campobasso - pullman Seac

Trasporto urbano, caos continuo

Continua a regnare la confusione nel settore del trasporto pubblico urbano a Campobasso. Il braccio di ferro che l’amministrazione comunale ha ritenuto ingaggiare con la società concessionaria, la Seac, ha portato, nel corso di un anno ad una serie di disservizi e tensioni con il personale. Dopo essersi visto sospendere dal Tar le procedure del bando pluriennale per l’individuazione del nuovo concessionario e dell’avviso per la sostituzione temporanea della Seac fino all’espletazione del bando, il Comune di Campobasso ha nuovamente proceduto ad una nuova indagine di mercato  per valutare eventuali offerte di gestione del servizio del trasporto urbano da agosto 2018 a febbraio 2019. Le domande per la partecipazione al bando, fino al prossime 6 luglio alle ore 12. Entro e non oltre quella data, le aziende potranno presentare la domanda per prendersi carico del servizio. “L’Indagine di mercato – si legge sul bando temporaneo divulgato da Palazzo San Giorgio  – consentirà alla stazione appaltante di delineare un quadro chiaro e completo del mercato di riferimento, senza che ciò possa ingenerare negli operatori alcun affidamento sul successivo invito alla procedura negoziata”. Un nuovo tentativo, dunque, da parte dell’amministrazione comunale di Campobasso per revocare la concessione alla Seac prima della eventuale gara d’appalto. I cittadini, però, si interrogano visti i disservizi e le minori corse: perché il Comune e l’assessore De Bernardo si sono accaniti su questa storia determinando uno stato confusionale e di contrasti che non fanno il bene degli utenti? Un interrogativo, però, che resta senza risposta.

 

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

ROMAGNUOLO (LEGA): UN MIO ORDINE DEL GIORNO A DIFESA DEI  LAVORATORI FORESTALI

“Sarà mia premura presentare al prossimo Consiglio regionale del Molise, un ordine del giorno per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*