Home / Politica / “Termoli, quel tunnel è scellerato”

“Termoli, quel tunnel è scellerato”

Il progetto del tunnel e di riqualificazione del centro di Termoli è stato portato in Senato grazie a un atto di sindacato ispettivo, depositato il 27 settembre, dal Senatore Gianluca Castaldi del Movimento 5 Stelle insieme ad altri colleghi.

“Abbiamo chiesto al Ministro Franceschini di intraprendere iniziative urgenti, – dice Castaldi – visto lo stadio di avanzamento del progetto e la decisa opposizione di buona parte della cittadinanza”. Secondo il senatore vastese, il Ministro avrebbe competenza a seguito del parere negativo della Soprintendenza del Molise che boccia quindi il progetto del sindaco Sbrocca e della ditta, vincitrice dell’appalto, De Francesco.  “C’è stata una petizione popolare, prevista dal Regolamento del comune, firmata da circa 3.000 cittadini di Termoli – afferma il pentastellato – preoccupati per la distruzione del proprio patrimonio storico, paesaggistico e archeologico in conseguenza degli interventi previsti dal progetto. Si sono formati comitati di cittadini e comitati referendari contrari al progetto.” Il Ministero, con nota del 12 giugno 2017, ha richiesto alla Soprintendenza per l’archeologia, le belle arti e il paesaggio di Campobasso di fornire notizie al dicastero proprio su segnalazione dell’assemblea dei comitati referendari di Termoli e nella conferenza dei servizi decisoria sul tunnel, svoltasi il 10 agosto, è stato formalizzato il parere negativo sul progetto sia da parte della Soprintendenza sia del dirigente del Servizio pianificazione e gestione territoriale della Regione Molise. “Il tunnel con parcheggio multipiano – ricorda Castaldi – interessa una zona sottoposta a vincolo paesaggistico, dichiarata “area di notevole interesse pubblico”, che tocca il centro storico di Termoli, nello specifico la Torretta Belvedere, le antiche mura perimetrali del centro storico e il castello di epoca federiciana, tutti beni culturali e paesaggistici sottoposti a vincolo archeologico e tutelati.” In attesa di una risposta da parte del Ministro Franceschini il Movimento 5 Stelle, con i suoi portavoce locali e in Parlamento, ribadisce l’incondizionata contrarietà a questo scellerato e dannoso progetto di cementificazione e svendita del centro di Termoli.  “Rinnoviamo il pieno sostegno alle azioni dei comitati referendari – conclude il senatore – e invitiamo il Sindaco Sbrocca ad indire immediatamente il referendum consultivo per permettere così ai cittadini di esprimersi sul progetto del tunnel.”

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Ma Renzi non ha fatto già danni enormi al Pd?

di Vincenzo Cordisco Cari dirigenti, segretari ed ex segretari del pd, o forse meglio dire …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*