Home / Politica / “Strade dissestate, superare l’emergenza”

“Strade dissestate, superare l’emergenza”

Individuare gli interventi di maggiore urgenza e le priorità per attivare subito dopo il conseguente percorso amministrativo: è il nuovo step indicato nella seconda riunione convocata a Palazzo Vitale dal presidente della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura, per superare l’emergenza delle strade dissestate nei comuni molisani a rischio isolamento. Ieri sera all’incontro con i sindaci e i parroci di Acquaviva Collecroce, San Felice del Molise, Castelmauro, Montefalcone nel Sannio, Montemitro e Tavenna anche l’assessore ai lavori pubblici, Pierpaolo Nagni, il presidente della Provincia di Campobasso, Antonio Battista, il comandante militare dell’Esercito Molise, il colonnello Andrea Bolognesi, e il tenente colonnello dell’Arma del Genio, Riccardo Proietti.  “La presenza questa sera dell’Esercito e del Genio, che ringraziamo per la partecipazione, ci rassicura per una tempestiva soluzione dei problemi contingenti che possiamo superare con il minor investimento possibile grazie anche alla professionalità espressa dai tecnici provinciali”, la premessa del presidente Frattura e dell’assessore Nagni.  “Contestualmente – hanno poi indicato –, dobbiamo lavorare insieme per individuare le priorità reali per una viabilità davvero necessaria e utilizzata dai cittadini nei comuni interessati da pesanti fenomeni di smottamenti e frane che minacciano di compromettere seriamente i collegamenti”.  Dunque, sulla base del lavoro di ricognizione dei dissesti idrogeologici in corso già effettuato dalla Provincia di Campobasso, sarà predisposto a livello comunale un documento degli interventi ritenuti strategici per consentire alla Regione di definire in tempi certi e brevi la procedura.  Per Frattura e Nagni, che durante l’incontro hanno ricordato il pacchetto di 9,6 milioni già destinati alla viabilità secondaria, la sicurezza viaria, assieme alla sicurezza degli edifici pubblici, risponde al tema centrale degli interventi da programmare e finanziare. “Nessun tentennamento né esitazione a riguardo”, hanno assicurato puntualizzando che “l’indicazione delle priorità da parte dei sindaci, dei parroci e di tutti i portatori di interessi pubblici deve necessariamente rispondere a criteri di oggettiva utilità perché solo così possiamo garantire strade sicure ai nostri cittadini”.  Nella serata di domani, giovedì 9 febbraio, un incontro operativo a Montefalcone nel Sannio, con l’assessore Nagni e il presidente della Provincia di Campobasso.

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Il sottosegretario di Stato Jacopo Morrone sollecitato in difesa  del Parco naturale del Matese. La classe politica molisana dov’è?

La  notizia è di stampo sannita e di notevole interesse per l’area matesina (versante Molise). …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*