Home / Economia / Spina: “Il Comune di Campobasso abbandona l’economia”

Spina: “Il Comune di Campobasso abbandona l’economia”

“Ancora una volta mi trovo costretto a denunciare il comportamento a dir poco disattento e superficiale del Comune di Campobasso che, in questi mesi, ho sollecitato ripetutamente e inutilmente per tentare di risolvere il problema della Cittadella dell’Economia”. In queste parole si racchiude tutta l’amarezza del Presidente della Camera di Commercio del Molise, Paolo Spina.  Il Sistema Camerale ha provato a salvare l’infrastruttura, che comprendeva sia l’incubatore sia l’area di co-working, appositamente creati e desinati alle imprese. “Abbiamo ripetutamente proposto al Sindaco del capoluogo di non smantellare l’area, lasciando inalterata l’area dei servizi, in cui ha operato l’Unioncamere Molise che, nonostante tutto dal prossimo 17 novembre, con la scadenza del contratto di locazione, dovrà lasciare i locali”. La proposta al Comune prevedeva di non modificare la destinazione dei locali, ma di impegnarsi a sostenere le spese per il mantenimento degli uffici, in modo da non creare disservizi alle imprese. Lo smantellamento della sede dell’incubatore reale e degli spazi di co-working si tradurrà in disservizi per le imprese e arrecherà un grave danno al territorio della provincia di Campobasso. Tuttavia, a fronte di tale proposta, la governance politica del Comune non ha mai risposto, mentre il dirigente incaricato è stato solerte nel richiedere la riconsegna dei locali. Pertanto – continua il Presidente Spina – abbiamo individuato modalità alternative per ospitare le aziende incubate con il solo scopo di non danneggiare le imprese e di non disperdere quanto abbiamo creato in questi anni, a partire dal Polo fieristico. Con la collaborazione delle associazioni di categoria, stiamo condividendo la proposta di realizzazione di un “INCUBATORE IN RETE” per le imprese, individuando anche gli spazi disponibili che le associazioni potrebbero mettere a disposizione delle imprese. Rimaniamo, quindi, sbalorditi nell’apprendere dai media locali la notizia del progetto di riqualificazione urbanistica per il recupero delle periferie urbane, presentato dal Comune di Campobasso al bando della Presidenza del Consiglio dei ministri, progetto che prevede, tra l’altro, il recupero dell’ex mattatoio comunale, destinato a diventare incubatore delle piccole e medie imprese. A questo punto come rimanere indifferenti davanti a uno spreco simile di risorse pubbliche, sia camerali sia della collettività, quando la struttura per le imprese esiste già ed è funzionante da tempo? Ancora una volta ci toccherà assistere alla stessa fine del Centro fieristico che ormai versa in uno stato di incuria e degrado? Non ci vogliamo credere!!!”

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Che senso ha fare una bravata?

di Massimo Dalla Torre   Chissà quante volte abbiamo detto questa frase. Chissà quante volte …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*