Home / Lavoro / I sindacati: “San Stefar, e gli stipendi ai dipendenti?”

I sindacati: “San Stefar, e gli stipendi ai dipendenti?”

“Ancora una volta ci siamo visti costretti a diffidare la società EAHS San Stef.A.R.Molise per i ritardi nella corresponsione degli stipendi che stanno assumendo ormai carattere ricorrente in dispregio della dignità dei lavoratori, pur se l’Azienda non opera in uno stato di crisi”. Lo scrivono i sindacati Cgil, Cisl e Uil.  “Nessuna giustificazione può essere avanzata dalla Società considerato che la stessa ha regolarmente percepito le somme dall’Azienda Sanitaria Regionale e, in particolare, per quanto riguarda il quarto bimestre 2016, la somma è stata liquidata e accreditata nei primi giorni di novembre. Tali ritardi determinano grave nocumento alla dignità personale e rilevanti disagi sotto l’aspetto sociale ed economico atteso che per i dipendenti tutti lo stipendio, anche nella sua pure esiguità, costituisce mezzo di sostentamento per la propria famiglia e, al tal fine, alcuni dei lavoratori si sono visti costretti a “mendicare” anticipi sulle loro retribuzioni. Nell’auspicio che questa situazione trovi immediata soluzione con i pagamenti delle mensilità arretrate nonché del pagamento dell’istituto della produttività (che per contratto doveva essere corrisposto già dal mese di luglio) si rappresenta che qualora non si dovesse provvedere in tal senso, queste  OO.SS. provvederanno a porre in essere tutte le azioni utili a tutela dei lavoratori, propri iscritti. La struttura del San Stef.A.R. ha subito alterne vicende nel tempo che spesso ha visto soccombere i legittimi diritti dei lavoratori ma ciò non può più essere consentito perché non solo si tratta di una struttura che svolge un servizio pubblico ma soprattutto per l’abnegazione che i professionisti mostrano giornalmente nella cura degli interessi dei più deboli.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Fanelli: “Fermiamo il governo del cambiamento…in peggio!”

“Uno scippo ai Comuni italiani, un pericoloso ritorno al passato sui vaccini, due schiaffi dolorosi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*