Home / Territorio / “Senza una strada non si può andare avanti”

“Senza una strada non si può andare avanti”

A Limosano, senza strada, chiesti interventi tampone da parte dei consiglieri di minoranza, Antonella Del Gobbo, Marcellino Corvinelli, Nicola Colavecchia. Una lettera è stata inviata al presidente  della Giunta regionale, Donato Toma.

“Dagli inizi del mese di marzo, la S.P. 73 che collega la S.S. Bifernina ai Comuni di Limosano, Sant’Angelo Limosano e San Biase è interrotta al traffico per il cedimento del ponticello n. 77.
Da circa sette mesi la circolazione del traffico leggero è stata deviata per una strada interpoderale con una percentuale di pendenza elevata, il traffico pesante ed i pullman percorrono la strada provinciale che collega Sant’Angelo Limosano alla Fossaltina, anch’essa transitabile con difficoltà. Questa soluzione tempone durante il periodo estivo è giustificata e praticabile, in quanto consente i collegamenti dei tre Comuni agli altri centri urbani, compresa la città capoluogo, alle scuole, agli ospedali…
In questi giorni il problema è stato nuovamente portato all’attenzione dell’opinione pubblica e degli Enti locali, ma ai cittadini delle tre comunità non è stata prospettata nessuna risoluzione positiva. Con la stagione invernale alle porte, questa soluzione tampone si complicherà a causa delle gelate e delle nevicate che renderanno queste strade alternative molto più pericolose ed il risultato sarà l’isolamento dei tre comuni e dei loro abitanti, molti dei quali si recano per motivi di lavoro in altri comuni della Regione.
All’interno di queste comunità, inoltre, ci sono due comunità alloggio per anziani, una struttura per minori, numerosi studenti delle scuole superiori che devono raggiungere giornalmente i loro istituti e, soprattutto, ci sono diversi pazienti che devono recarsi giornalmente in ospedale per essere sottoposti a terapie sostitutive salvavita, per i quali l’imminente stagione invernale amplificherà i disagi e molti di loro stanno già pensando di prendere in locazione una abitazione nel capoluogo.
Tanto premesso, i cittadini intendono essere informati da parte degli enti competenti sui programmi messi in atto e sui tempi di realizzazione degli stessi.
Nell’attesa di ulteriori sviluppi è auspicabile che i Sindaci delle tre comunità convochino un sull’argomento, al fine di aggiornare i cittadini e sollecitare con un atto ufficiale
gli enti sovracomunali, anche perché l’instaurazione di un tra Comuni, Provincia e Regione produce più soluzioni positive di molte proteste.
Al Sindaco di Limosano, al Presidente della Provincia ed al Presidente della Regione, si chiede di istituire un servizio di navetta, con almeno due corse giornaliere, che colleghi il Comune alla
Fondovalle Bifernina e riduca così, i disagi per le scolaresche e si propone, altresì, l’acquisto di idoneo quantitativo di sale invernale necessario al soddisfacimento dei prevedibili maggiori fabbisogni durante la imminente prossima stagione invernale, ciò al fine di agevolare il più possibile i disagi arrecati dalla chiusura della S.P. 73 per il crollo del ponticello n. 77”.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Campobasso, una babele

Caro direttore, Non di rado mi reco nei pochi negozietti del centro storico e non …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*