Home / Politica / Senza geologi e senza tecnici, il Servizio tecnico sismico della Regione è una parodia

Senza geologi e senza tecnici, il Servizio tecnico sismico della Regione è una parodia

 

 

Una regione ad alto rischio sismico dovrebbe essere un modello di organizzazione, di efficienza, di prevenzione  contro l’ipotesi di un sisma. Dovrebbe. Di pari passo dovrebbe disporre di strutture amministrative e tecniche all’altezza dei compiti, che sono tanti e delicati, ovvero dotate di professionalità e competenze che messe assieme diano sicurezza e tranquillità alla collettività molisana.  L’Ordine professionale dei geologi e il geologo, già consigliere regionale di sinistra, Domenico Di Lisa su queste colonne hanno manifestato la loro preoccupazione per come la Regione sta conducendo e affrontando l’organizzazione degli apparati amministrativi, strumentali, tecnici e gestionali che devono occuparsi dell’alta sismicità del territorio molisano. In particolare hanno lamentato e criticato la confluenza del Servizio tecnico sismico e geologico nel Servizio di Protezione civile,  mentre le competenze tecniche sono state  allocate nel Servizio pianificazione e gestione territoriale e paesaggistica del IV dipartimento. Uno smembramento capotico, illogico, che disarticola l’unità di un Servizio per crearne due a loro volta uno alle dipendenze della presidenza della giunta (la Protezione civile), l’altro nel IV dipartimento annesso alla pianificazione e gestione territoriale e paesaggistica: il classico cavolo a merenda. Giusti i rilievi dei geologci e dell’ex consigliere regionale, oltre che pertinenti, al punto da essere considerati una denuncia nei confronti di chi ha stabilito questo  inguacchio amministrativo e gestionale nel caso dovesse essere causa di danno alla collettività. Insomma, la loro presa di posizione non può essere ridotta ad una notizia di cronaca ma assunta, come ribadiamo, a un addebito, per un verso, e a un suggerimento a porvi rimedio, per l’altro. I geologici e il già consigliere regionale si sono soffermati agli aspetti macroscopici del riassetto dei servizi, ma se fossero scesi nel dettaglio, nel particolare, si sarebbero accorti che il Servizio tecnico sismico e geologico è una entità microscopica, devitalizzata, marginalizzata e, in questa fase, addirittura privo del dirigente: un fustello in balia delle manie pseudo organizzative della giunta di Palazzo Vitale. Una verifica dei compiti e degli impegni, del lavoro che svolge, chi lo svolge, come lo svolge e dove lo svolge, renderebbe una immagine desolante. Ciò, a dispetto della necessità, come hanno rilevato i geologi, di un’assidua opera di controllo e di analisi del territorio e di prevenzione, con l’apporto adeguato di personale e di strumenti. Se fossero scesi nel dettaglio si sarebbero resi conto che le competenze tecniche, strampalatamente  allocate nel Servizio pianificazione e gestione territoriale e paesaggistica del IV dipartimento, di tecnico non hanno assolutamente nulla. Per essere tale, un Servizio tecnico sismico, al proprio interno dovrebbe avere, con specifiche funzioni,  chessò, un ingegnere, un architetto, un geometra , un perito, un qualcuno che abbia attinenza col termine “tecnico”. Quello della Regione Molise, ancorché ribadiamo allocato strampalatamente, non ha nessuna figura tecnica, ma solo personale amministrativo e la commissione tecnica dell’articolo 14 della legge regionale 20/1996 è presieduta da una laureata in legge (Sic!- ndr). Improprietà, inadeguatezze, illogicità fanno dell’insieme sismico/geologico  un quadro inconcludente. Reso ancora maggiormente sconclusionato dalle decisioni ultime regionali fatte oggetto di critiche e di rilievi dall’Ordine professionale dei geologi e dal geologo già consigliere regionale di sinistra, Domenico Di Lisa.

Dardo

Di Dardo

Potrebbe Interessarti

Che senso ha fare una bravata?

di Massimo Dalla Torre   Chissà quante volte abbiamo detto questa frase. Chissà quante volte …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*