Home / Politica / Scuole a Campobasso, in campo 20 milioni di euro

Scuole a Campobasso, in campo 20 milioni di euro

CAMPOBASSO. 15 milioni di euro per la definizione dei poli scolastici a Campobasso, per Vazzieri (6 milioni), per via Crispi- Colozza (3,3 mln) e per il Quartiere Cep (4.250.000). 1,5 milioni di euro stanziati per l’intervento di adeguamento previsto per la scuola D’Ovidio di via Roma. La proposta avanzata dall’amministrazione comunale e accolta dalla Regione, con la riprogrammazione di oltre 11 milioni di risorse Fsc 2000-2006 più 4 milioni di cofinanziamento comunale, risponde alla capacità e all’impegno che insieme, Comune e Regione, condividiamo di dimensionare le risorse a disposizione al reale fabbisogno. Il relativo Accordo di programma è stato siglato in Giunta regionale, dal presidente della Giunta, Paolo Frattura, dal sindaco di Campobasso, Antonio Battista e dall’assessore regionale ai Lavori pubblici, Pierpaolo Nagni.  “L’attenzione per la sicurezza delle scuole si concretizza nei 20 milioni che abbiamo disposizione per il capoluogo per quanto riguarda le scuole che una volta chiamavano materne, elementari e medie: il mutuo Bei per Mascione, l’intervento Inail per via Crispi e la riprogrammazione delle risorse Fsc 2000-2006 per gli interventi appena elencati. Con il sindaco Antonio Battista, ci siamo dati tempi certi per la realizzazione dei lavori: subito le progettazioni esecutive per procedere a gara”, ha detto il presidente Frattura. “Oggi parliamo di Campobasso, ma il Piano delle scuole coinvolge e interessa tutto il nostro Molise. Lo costruiamo sulla base dei dati registrati dall’anagrafe scolastica che incrocia, appunto, due fattori: da una parte il fabbisogno edilizio e dall’altra il dimensionamento scolastico. Sono gli elementi che ci consentiranno di garantire sicurezza degli edifici, aspetto non negoziabile, e qualità della vita scolastica nel suo complesso: non possiamo più immaginare la realtà della pluriclasse. Gli interventi da realizzare saranno in funzione della popolazione scolastica: contenitori sicuri con contenuti di qualità, questo è lo standard per il nostro Molise”. Soddisfazione è stata espressa dal sindaco di Campobasso, Antonio Battista. “Questo Accordo ci garantisce un cospicuo intervento per migliorare l’edilizia scolastica mentre ci attrezziamo per una nuova programmazione al fine di rinnovare completamente le strutture scolastiche cittadine”. Di continuità nel lavoro svolto dalla Regione Molise per le scuole, ha parlato l’assessore ai Lavori pubblici, Pierpaolo Nagni. “La sensibilità al problema manifestata da questa amministrazione regionale è reale tanto che in campo abbiamo messo i fondi del FSC. Degli 84 milioni di euro, abbiamo già impiegato 11/12 milioni di euro e, ora, attendiamo gli altri stanziamenti del governo per chiudere la partita di rinnovo delle strutture scolastiche e assicurare una maggiore tranquillità per i ragazzi che le frequentano”.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Toma: “Sostegno all’internazionalizzazione delle imprese”

Missione economica plurisettoriale in Albania, a Tirana, dal 9 luglio all’11 luglio 2018, guidata dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*