Home / Campobasso / Scuole, a Campobasso 11 milioni fermi dal 2000 ad oggi. Complimenti

Scuole, a Campobasso 11 milioni fermi dal 2000 ad oggi. Complimenti

“Il Codacons rivolge un plauso al sindaco di Campobasso, Antonio Battista, che ha ordinato la chiusura di 20 delle 35 scuole di ogni ordine e grado della città poiché non a norma e potenzialmente pericolose per gli studenti”. Così, si legge in una nota. Può, anche, avere un senso. Ma il Codacons dovrebbe essere a conoscenza di una storia. La ripercorriamo.  Gli 11 milioni di euro per costruire la galleria che avrebbe collegato il Terminal delle autocorriere a Via san Lorenzo se li era procurati il sindaco Peppe Di Fabio dal Fondo per lo sviluppo e la coesione del 2000/2006; Gino di Bartolomeo che gli è succeduto quei soldi li ha stornati, con l’avallo della Regione, ritenendo  che fossero utili alla sicurezza delle strutture scolastiche più che al collegamento viario. Sulla stessa falsariga s’è mosso il sindaco Antonio Battista e solo il 20 gennaio 2017 la giunta regionale ha approvato lo schema del nuovo accordo che rimette in gioco quelle risorse finanziarie, la propria credibilità, e quella altrui che, nel caso, corrisponde al Comune di Campobasso che in questa vicenda è un esempio deteriore di perdita di tempo e, se vogliamo, di scarsa coerenza, se solo si riportano alla mente le polemiche che ha procurato e alimentato intorno alle scuole cittadine nessuna delle quali antisismica nella misura necessaria per essere agibile. Dunque: risorse finanziarie del 2000 ancora in ballo nel 2018, senza aver mai trovato la destinazione giusta. Ovvero, di  progetti scolastici quantomeno definitivi, se non proprio esecutivi, ovvero con un livello di progettazione tale da consentire la definizione dei crono programmi. Cosa si può dire di una vicenda del genere e, soprattutto, di amministratori del genere? La risposta è nello stato pietoso della città capoluogo e, nella fattispecie, delle strutture scolastiche. Un plauso, allora?

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Di Lucente: “Sul Corecom montata una storia surreale”

“La vicenda delle nomine al Co.re.com sta sfuggendo di mano. Gli attacchi e la campagna …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*