Home / Politica / Sboom, per la scuola molisana

Sboom, per la scuola molisana

di Giuseppe Saluppo

Pochi spiccioli per la scuola, zero risorse aggiuntive per università e ricerca. Il male è tutto italiano. Ampliato, poi, in Molise. Mancano gli interventi nuovi, che pure erano attesi. Si continua a considerare istruzione e ricerca come politiche residuali  e non certo come motore dello sviluppo della regione. La politica molisana ha riempito le pagine di auguri per il nuovo Anno scolastico. Dimenticando, però, che in regione non c’è più nemmeno un assessore al ramo. Sedia tristemente vuota. E, intanto, cala il numero degli scolari e dei ragazzi iscritti. Quasi mille in meno rispetto all’anno precedente. In dieci quasi novemila alunni in meno in Molise. Un trend, quello del decremento progressivo di scolari e studenti, che appare ormai inarrestabile e con cui  bisognerà fare i conti. Del resto, le previsioni dell’Istat confermano questa tendenza che nei prossimi decenni assumerà dimensioni ancora più consistenti. Il calo della popolazione scolastica molisana è dovuto al calo delle nascite, che decrescono ormai da diversi anni, e da una vera e propria emorragia di forze  giovani che tornano ad emigrare. Lo hanno chiamato lo sboom. Un’onda di magra che dovrebbe fare riflettere. Messaggi, allora, di cosa e per cosa? Per ripetere le solite trite e ritrite parole? Qui da noi, però è in atto una vera e propria emergenza educativa. Che andrebbe affrontata con serietà e concretezza. Invece, non si raccolgono idee, prospettive, pensieri. Si vive alla giornata, a rincorrere situazioni più o meno pregresse, ritardi più o meno colpevoli. L’unico augurio è che alla lunga, l’intelligenza vinca sul potere e le idee oscurino i latrati.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Seac, grazie alla mediazione del prefetto di Campobasso, risolta la questione

Si è conclusa oggi, dopo una lunga e delicata attività di mediazione svolta dal Prefetto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*