Home / Cultura / Sabato e domenica a Campobasso rivivono le musiche tradizionali contemporanee

Sabato e domenica a Campobasso rivivono le musiche tradizionali contemporanee

La Direzione generale spettacolo del MIBACT ha promosso il progetto “Salvaguardia del Patrimonio  Musicale Tradizionale” con l’obiettivo di incentivare l’interesse dei giovani e della collettività per la  produzione musicale non professionistica a mezzo di eventi di qualità, coinvolgendo cori e complessi  bandistici rappresentativi del patrimonio musicale tradizionale nazionale (Fondi extra FUS).

A tal fine, per il 2016, ha indetto una selezione pubblica alla quale hanno partecipato le associazioni  musicali molisane Quod Libet e Samnium Concentus proponendo il progetto In (re)viva voce,  finalizzato alla salvaguardia e valorizzazione delle musiche tradizionali delle comunità romanze e di quelle alloglotte molisane, primo classificato fra quelli vincitori. Principali obiettivi realizzati da In (re)viva voce sono

– la pubblicazione del volume In (re)viva Voce. Musiche tradizionali, tradizioni musicali strategie e progetti di patrimonializzazione  – la rassegna corale In (re)viva voce. Musiche tradizionali contemporanee.

A partire dalle trascrizioni musicali di brani tradizionali cantati molisani, realizzate da etnomusicologi e  musicisti nel corso degli anni dal 1950 ad oggi, 14 musicisti, molisani e non, di varie fasce d’età e di  diversa formazione culturale hanno composto 19 brani per coro, raccolti e pubblicati nell’apposito volume.

I brani sono stati affidati allo studio e all’esecuzione di cori di varie regioni d’Italia che hanno accettato di cimentarsi con i testi e le melodie “tradizionali/contemporanee” del Molise, rivitalizzandole e  proponendole ad un nuovo ascolto.

Questo il programma

Sabato 17 dicembre 2016

Auditorium Palazzo GIL

ore 18.00-19.00

Salvaguardia del patrimonio musicale

tradizionale

Tavola rotonda con la partecipazione dei

compositori, di Maurizio Agamennone,

Università di Firenze e Vincenzo Lombardi,

Associazione corale Quod Libet

Ore 19.00

Coro Stella Maris (Vasto)

Ni, ni, ni nin a kor, Guido Messore

Allonga allonga, Mauro Zuccante

Coro Laeti cantores (Salerno)

La foglië dë l’aliva, Antonio Iafigliola

Coro da camera Euridice (Bologna)

Mietitura, Antonio Di Iorio

Kjaft mëma, Domenico De Simone

LatinoBalcanica Ensemble (Bologna)

Lamentazioni, Pier Paolo Scattolin

 

Domenica 18 dicembre 2016

Sala Celestino V, ore 18.00

Coro Quod Libet

E Nina, Nina, Mauro Zuccante

Majë, Piero Niro

Coro Samnium Concentus

Chiagnitë mura, Guido Messore

La pagliara, Manuel Rigamonti

Chi è, chi è che bussa?, Guido Messore

Gruppo vocale Enarmonie (Roma)

Coro Note Blu (Roma)

Ninna ninna nonna, Giuseppe Mignemi

Rondinella, Tiziano Albanese

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Campobasso, la Regione rilancia sul Masterplan

Campobasso, la città che sotto gli occhi attoniti dei cittadini che hanno avuto conoscenza della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*