Home / Politica / Ruta un passo indietro “per l’unità del centrosinistra”

Ruta un passo indietro “per l’unità del centrosinistra”

“Dopo Paolo Frattura e le dimissioni della segretaria del Pd, Micaela Fanelli, faccio anch’io un passo indietro perché ritengo, che abbiamo già vinto la partita per garantire unità a l centrosinistra”. Così, Roberto Ruta, che era stato indicato quale candidato alla presidenza della Giunta regionale nel corso dell’assemblea di Ulivo 2.0 e dei partiti e movimenti ad esso collegato. “abbiamo portato avanti la linea della discontinuità rispetto a Frattura e Fanelli – ha aggiunto Ruta – e con il loro passare indietro si può giocare una partita a tutto campo per ricreare le condizioni di un’unità del centrosinistra molisano. Di Pietro – ha detto ancora Ruta – non è Frattura e rappresenta quella discontinuità da noi chiesta da tempo. Le elezioni politiche hanno confermato che il Pd ha perso proprio per avere mantenuto in piedi posizioni non più accettate dagli elettori e la sconfitta è stata cocente. Ora, però – ha detto ancora Ruta – il Pd convochi al più presto un tavolo di confronto con tutte le forze che si richiamano al centrosinistra per definire uomini e programma”. In piedi, dunque, la candidatura possibile di Antonio Di Pietro anche se all’interno dello stesso contenitore dell’Ulivo 2.0. non ci sono posizioni unanime sul nome dell’ex magistrato di Mani Pulite. A partire dai Socialisti e finire con Liberi e Uguali. Posizioni che saranno espresse al tavolo di confronto.

Intanto, nel Partito democratico, il plauso per l’operato di Paolo Frattura e il grazie per quanto fatto anche per la responsabilità avuta di fare un passo indietro.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Campobasso, la Regione rilancia sul Masterplan

Campobasso, la città che sotto gli occhi attoniti dei cittadini che hanno avuto conoscenza della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*