Home / Territorio / Riciclo incentivato e sostegno ai piccoli esercenti: il Comune di Gambatesa lancia Mon€y4Trash

Riciclo incentivato e sostegno ai piccoli esercenti: il Comune di Gambatesa lancia Mon€y4Trash

GAMBATESA. Conferendo bottiglie in plastica e lattine in un ecocompattatore si otterrà un buono sconto del valore di 5 cent. per ogni conferimento. Il buono potrà essere speso presso le attività commerciali locali aderenti all’iniziativa. L’importo dello sconto varierà a seconda di un piano di scontistica adottato dagli stessi. L’inizativa é del comune di Gambatesa e spoisa l’innovativo progetto denominato
Mon€y4Trash. Trattasi di una iniziativa c.d. di “riciclo incentivato” attuata tramite l’utilizzo di un ecocompattatore, cioè di una macchina capace di ridurre il volume di bottiglie in pet e lattine ed erogare in cambio degli scontrini cartacei che rappresentano dei coupon di sconto. Un’idea innovativa che sfrutta a vantaggio della popolazione la collaborazione tra il Municipio e i piccoli esercenti locali. Un progetto che per le sue caratteristiche, rappresenta una novità assoluta a livello nazionale. E così nel bar del paese per ogni 10 € di spesa sarà possibile ottenere 1 € di sconto, mentre l’acconciatura potrà costare il 5% in meno e i giocattoli addirittura il 15% in meno. “Il progetto coniuga la tutela dell’ambiente con l’incentivo per i cittadini a spendere presso le piccole attività commerciali locali assegnando la possibilità di fruire di sconti reali, ottenuti grazie ad un gesto di grande valore civico e ambientale”, spiega Luca D’Alessandro, Consigliere comunale ed ideatore del progetto, che non manca di rimarcare le novità di Mon€y4Trash rispetto a iniziative simili, già presenti da tempo in tutta Italia. In particolare Mon€y4Trash si regge su un apposito disciplinare, approvato dalla giunta comunale, che spiega dettagliatamente il funzionamento della filiera e fissa in modo certo i rapporti tra il Comune e gli aderenti. Per le attività commerciali l’adesione è completamente gratuita e, oltre alla fidelizzazione del cliente ed il probabile aumento dei volumi d’affari dovuti all’incentivo del coupon di sconto, vi sarà l’ulteriore vantaggio di poter detrarre dalla Tassa Comunale sui Rifiuti una parte degli sconti erogati.
Si configura quindi una filiera virtuosa nella quale i rifiuti diventano moneta di scambio di beni e servizi e benzina per ravvivare il commercio locale, sempre più in difficoltà a causa dello spopolamento. Il progetto, appena partito, vede la partecipazione di 19 piccole attività commerciali operanti sul territorio di Gambatesa e rientra in una serie di iniziative in chiave green attuate
dall’amministrazione comunale finalizzate all’ottimizzazione ed all’efficientamento del ciclo dei rifiuti.

Di Virginia Romano

Potrebbe Interessarti

A CUORE APERTO COI LETTORI. Piovono critiche e proteste la raccolta differenziata non funziona

Caro Dardo, oggi non so se ridere per la rabbia o adirarmi seriamente. Da mesi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*