Home / Sanità / Riabilitazione, la posizione della Sanstefar

Riabilitazione, la posizione della Sanstefar

“La Sanstefar Molise e la Centri di Riabilitazione Molisani sono due aziende molisane che erogano prestazioni di riabilitazione verso l’età evolutiva e verso gli adulti in ambito ambulatoriale e domiciliare in tutto l’ambito regionale. Si tratta di ben 83000 mila prestazioni annue svolte grazie alla professionalità di ottimi terapisti, logopedisti, professionisti della riabilitazione”. Così si legge in una nota dei Centri.
“Le prestazioni hanno continuato ad essere erogate nonostante due annose questioni una risalente al 2015 quando la Regione ha ridimensionato del 18% le tariffe ed una più recente quando vi è stato una riduzione delle prestazioni. Le Aziende si sono impegnate a garantire i posti di lavoro erogando oltre 4000 prestazioni extra budget nella certezza che il dialogo da tempo intrapreso con l’Istituzione Regionale e la Asrem possano trovare il giusto riscontro agli sforzi intrapresi nel garantire cure agli utenti ed il mantenimento occupazionale.
Difficoltà aziendali che hanno coinvolto purtroppo anche il personale determinando ritardi nel pagamento degli stipendi per tre mensilità, per le quali le Aziende stanno individuando soluzioni operative per cui hanno già convocato un tavolo sindacale per la giornata del 20 giugno. L’imminente pagamento del bimestre Marzo-Aprile cui va sottolineata la tempestività nella liquidazione da parte della Asrem prevista già nei prossimi giorni, vedrà il superamento del disagio delle mensilità arretrate e permetterà di concentrarsi verso la crescita dell’Azienda in termini di incremento di formazione specialistica ed aggiornamento professionale del personale dipendente ed ulteriori investimenti in nuove tecniche ed apparecchiature elettromedicali. Questo per poter continuare a dare una risposta sempre migliore alle esigenze dei nostri utenti.
Da apprezzare inoltre la sensibilità che il nuovo Governo Regionale ha subito dimostrato interesse alla valutazione di un appropriato standard operativo, un appropriato setting terapeutico ed una tariffa congrua con parametri finalmente definiti. Si è fiduciosi che con il nuovo Governo Regionale si possa presto giungere, anche attraverso l’auspicata costituzione di un tavolo tecnico dedicato, alla definizione di standard chiari e di una tariffa finalmente congrua.
Rimarchiamo l’apprezzamento per l’impegno, la dedizione ed il senso di responsabilità che il personale dipendente ha dimostrato nei confronti delle Aziende e dell’utenza. Apprezzamento che rimarchiamo anche a quello sparuto gruppo di dipendenti pari a l’8% che ha optato, in luogo di un più costruttivo dialogo aziendale, per pignoramenti che ha generato esclusivamente altissime spese legali con esiti paradossalmente più lontani rispetto alle soluzioni che l’Azienda si appresta a proporre.
In questi anni l’Azienda ha investito nell’innovazione tecnologica presso le strutture riabilitative, in formazione del personale con circa 3.000 ore tra formazione attiva e proattiva. Tutto questo perché abbiamo la consapevolezza di avere un personale dipendente di cui siamo fieramente orgogliosi, che hanno dimostrato, nella sua quasi totalità, di credere nell’Azienda. Mai è venuta mano e la dedizione verso i nostri utenti. Per tutto questo le Aziende guardano avanti con estrema fiducia, fatta di sviluppo, serenità per il nostro personale e sempre migliori cure per i nostri utenti”.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Muore per mancanza della Tac, arriva una task force. Neuromed: “A noi nessuna segnalazione. I posti c’erano”

Il ministro della Salute, Giulia Grillo, ha inviato in Molise una task force per accertare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*