Home / Politica / Renzi e l’ossessione del Molise

Renzi e l’ossessione del Molise

Ancora ieri sera (18 NOVEMBRE), su ‘La7’, è andato in onda il solito teatrino politico del presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che ospite della Gruber è tornato ad attaccare tutti i Consiglieri molisani rei di votare ‘No’ al referendum. Come sempre si è dimenticato di Frattura, della Fanelli, di Facciolla e Di Nunzio che fino a prova contraria votano ‘Si’. Il Molise è diventato l’ossessione di Renzi, ci cita in tutte le occasioni, certo in negativo, ma a lui fa comodo così. Il premier accusa i Consiglieri regionali del Molise di votare ‘No’ solo per interesse personale e non per difendere la Costituzione: “non vogliono avere lo stesso stipendio che percepisce il sindaco di Campobasso”.  Il presidente del Consiglio potrà avere tutte le ragioni per esternare questo suo pensiero, ma farlo diventare un mantra per un tornaconto personale nella campagna pro ‘Si’, francamente dopo un po’ infastidisce. Anche perchè, non sono i consiglieri regionali a percepire indennità da nababbo. Nelle altre regioni succede esattamente la stessa cosa. E, poi, perchè Renzi non ha proposto in Parlamento una legge per equiparare gli stipendi dei consiglieri regionali d’Italia a quelli del relativo capoluogo di regione?  Fino al 4 dicembre Renzi continuerà con questa sua litania che riguarda la lesa maestà compiuta dai Consiglieri del Molise: facciamocene una ragione! Frattura aveva replicato al premier dopo la sortita di Frosinone, dicendo: “Non credo che i Consiglieri regionali molisani esprimano le loro valutazioni sul referendum in virtù del valore dell’indennità del Consigliere regionale. Altri colleghi e io abbiamo da subito, e non da oggi, espresso con convinzione l’appoggio al sì, così come evidentemente altri appoggiano il no”.

Il governatore ha incontrato Renzi a Pescara una decina di giorni fa e dopo l’incontro aveva dichiarato: Abbiamo affrontato, chiarendone il significato, la vicenda delle affermazioni relative alle scelte dei Consiglieri regionali del Molise”. Ieri sera su ‘La7’ il presidente del Consiglio sembrava aver dimenticato l’incontro con Frattura di dieci giorni fa. Il chiarimento , allora, con chi è avvenuto?

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

IL MOLISE CHE NON CAMBIA

Questo giornale non ha smesso mai di tenere accesa la specola sulla inattività istituzionale della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*