Home / Sanità / Regione e Asrem: Carta dei servizi sanitari e screening del diabete mellito

Regione e Asrem: Carta dei servizi sanitari e screening del diabete mellito

Nel solco del rafforzamento della strategia di informazione/comunicazione, da parte della Regione Molise e dell’Asrem, è stata presentata la carta dei servizi sanitari. “La carta dei servizi – ha sottolineato il presidente della Giunta regionale Donato Toma – si pone gli obiettivi di consentire un’adeguata conoscenza delle attività offerte e di come accedere alle cure, di personalizzare gli interventi, di favorire un innalzamento della qualità complessiva dei servizi. La carta dei servizi si configura come “patto” tra il soggetto erogatore del servizio ed il cittadino, è uno strumento di formalizzazione dei diritti dei cittadini e degli impegni assunti dai soggetti gestori dei servizi. Uno degli obiettivi principali è quello di riuscire a garantire processi di informazione comunicazione attraverso un linguaggio semplice, che riesca a garantire la comprensibilità, la messa in trasparenza delle modalità di accesso ai servizi, in particolare ai soggetti più deboli”. Anche per il direttore generale dell’Asrem, Gennaro Sosto,  “la carta deve connotarsi come una significativa occasione di miglioramento gestionale del servizio: essa richiede che le strutture sanitarie siano dotate di efficaci meccanismi di  misurazione del servizio, di informazione agli utenti e di controllo del raggiungimento degli obiettivi. La divulgazione tramite la Carta degli impegni adottati con relativi standard di qualità, permette al cittadino stesso di verificare il raggiungimento di quanto dichiarato”. Contemporaneamente, lo stesso Sosto, ha lanciato il progetto di screening sul diabete di tipo 2 “in maniera che potremo capire – ha sottolineato – in che stato si trova questa patologia e eventualmente come intervenire. Una iniziativa in collaborazione con le farmacie del territorio e che consentirà prevenzione e controlli su vasta scala e che permetterà di capire dove sorge il problema e da dove partire per risolverlo. Sarà quindi creato un database da mettere a disposizione dei medici di medicina generale che potranno avere a disposizioni tutti i dati necessari per fare una diagnosi precoce”. Nel corso della conferenza stampa, il presidente della giunta regionale, Donato Toma, ha comunicato che “l’ASReM ha adottato una delibera che ha varato una gara per l’acquisto di un software che smaltirà e ridurrà le liste d’attesa, un software, dunque e non quattro come ce ne sono ora – ha commentato Toma – che non comunicano neanche tra di loro”

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Anno accademico rinviato, l’ora delle polemiche

In queste ore, polemiche ci sono per il secondo annullamento dell’inaugurazione dell’anno accademico dell’università del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*