Home / Politica / I ragazzi di Cerro al Volturno in Consiglio regionale

I ragazzi di Cerro al Volturno in Consiglio regionale

Per un giorno, la sala del Consiglio regionale ha visto seduti gli scolari della scuola elementare Marco Polo di cerro al Volturno. A fare gli onori di casa il presidente del Consiglio, Vincenzo Cotugno che ha illustrato loro quelli che sono i compiti del Presidente, della Giunta e  del Consiglio regionale. Il perché dell’autonomia regionale che per Cotugno “è un bene da rafforzare e difendere per assicurare il giusto futuro proprio ai più giovani”, delle scelte e dei programmi che maturano per la crescita del tessuto regionale. Del resto, tutti i programmi delle scuole del primo ciclo hanno come obiettivo la formazione dell’uomo e del cittadino, formazione che è in stretto rapporto con la conoscenza ed il rispetto delle regole che governano il convivere civile e democratico e per questo passa anche attraverso la conoscenza delle principali forme di organizzazione politica. Come, nel caso di oggi, del Consiglio regionale. Il progetto della scuola Marco Polo di cerro al Volturno ha inteso centrare proprio questo obiettivo. La scuola è il primo luogo in cui ci si confronta con altri, dove bisogna rispettare alcune norme ed avere una precisa condotta, è la prima grande istituzione da rispettare ed è nella scuola che avviene il passaggio delle generazioni e dove ci si trova a svolgere un ruolo attivo in una comunità. Per tale motivo, grazie all’impegno anche del presidente dle Consiglio regionale, Vincenzo Cotugno, è stato ritenuto interessante per i ragazzi  visitare il Consiglio regionale, incontrare le istituzioni e vivere un momento di cittadinanza attiva. Per un incontro formativo ed istruttivo per i ragazzi, in questo caso, della Marco Polo di Cerro al Volturno.

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

“Castellelce e Fresilia, un disastro”

“La Fresilia e la Castellelce sono solo due esempi di una politica inconcludente che promette, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*