Home / Politica / “Raddoppio Termoli-Lesina, un nuovo tracciato”

“Raddoppio Termoli-Lesina, un nuovo tracciato”

Raddoppio Termoli-Lesina, questa mattina presso il Ministero dei trasporti incontro positivo sul progetto ferroviario che attraversa, lungo la Linea Adriatica, Campomarino.

“A distanza di anni di discussione con tutti i soggetti interessati, oggi finalmente registriamo la disponibilità dei Ministeri dei trasporti, dell’ambiente, dei beni culturali e di Rfi a seguire un nuovo progetto già elaborato da un apposito studio di fattibilità”, annunciano soddisfatti il presidente della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura, e l’assessore Pierpaolo Nagni.

“Un progetto diverso e innovativo – spiegano –, che, superando quello iniziale, contempla un altro tracciato da realizzare in unico lotto: aggireremo la collina evitando così impatti invasivi sul nostro litorale molisano”.

“Il progetto originario di raddoppio – ricordano il presidente e l’assessore –, prevedeva che la nuova infrastruttura fosse realizzata a ridosso della costa, un’eventualità che non abbiamo mai accettato. Anche nostre le preoccupazioni vissute ed espresse dai cittadini di Termoli e Campomarino rispetto alle conseguenze negative che un’opera del genere avrebbe potuto avere su un territorio a forte vocazione turistica”.

Frattura e Nagni parlano “di vittoria per il Molise”. “Le nostre istanze e le nostre ragioni – rimarcano –, hanno ricevuto la dovuta attenzione rispetto a un intervento che la Regione Puglia aveva cominciato a pretendere, anche con una certa insistenza”.

“Con le amministrazioni comunali di Termoli e Campomarino, protagoniste con noi di questo obiettivo, avvieremo adesso un confronto per elaborare metodo e procedimenti per la realizzazione”, concludono il presidente e l’assessore.

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Trasporto su gomma, ora urge la gara per il gestore unico

E’ stato necessario un Consiglio regionale e una variazione di bilancio per reperire i 19 …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*