Home / Politica / Quella ‘diavolina’ di Vincenzo Niro

Quella ‘diavolina’ di Vincenzo Niro

Davvero ‘diabolico’ il passo dell’assessore regionale ai Lavori Pubblici, Vincenzo Niro che nelle ultime settimane è riuscito a mettere tanta carne a cuocere sul fuoco. Un po’ come quella ‘diavolina’ tanto utile per accendere il fuoco. Sapendo riprendere a Roma, con l’Anas,  il discorso della necessità di una trasversale tra l’Adriatico e il Tirreno portando a motivo gli ultimi eventi sismici che hanno, di fatto, isolato dal mondo il Molise. Progetto e soldi per bypassare il Liscione. In attesa di potere, poi, completare l’operazione per l’autostrada A/1. Campobasso, da tempo, attendeva la riorganizzazione funzionale degli uffici regionali e la riqualificazione dell’area tra Piazza Savoia e l’ex Romagnoli. E sembrerebbe pronto a rispolverare la fattibilità del concorso di idee già aggiudicato, anni fa, dalla regione stessa ad uno studio di architettura molisano. E’ riuscito a rimettere in campo il completamento della Castellelce per 25 milioni di euro nonché una serie di progetti di strade rimaste chiuse nel cassetto. E quel ‘diavolo’ di assessore è riuscito, anche, a mettere alle strette Rete ferroviaria italiana per l’elettrificazione del tratto ferroviario da Campobasso a Roccaravindola. In tre anni. Una ‘diavolina’ che ha saputo riaccendere il fuoco. Per infrastrutture non più rinviabili. Per creare lavoro, attrattività, futuro.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

“Mi dimetto da coordinatrice della Lega di Jelsi. Mazzuto sta affondando il movimento”

 “Lascio il Coordinamento della Lega di Jelsi, perchè condivido totalmente le ragioni degli altri coordinatori …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*