Home / Politica / Pubblico impiego, c’è il contratto. Boccardo: “Ora, un nuovo corso”

Pubblico impiego, c’è il contratto. Boccardo: “Ora, un nuovo corso”

“Una bellissima notizia: dopo nove anni di blocco contrattuale, è stato sottoscritto il rinnovo del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro delle Funzioni Locali.” Cosi Tecla Boccardo, Segretaria della UIL molisana e responsabile della Categoria che organizza i dipendenti comunali e delle amministrazioni locali.

Nell’intesa è previsto, un incremento contrattuale in media di 85 euro e al tempo stesso la  salvaguardia del bonus degli 80 euro. Il contratto ha decorrenza 1 gennaio 2016-31 dicembre 2018 con incremento a regime dal 1 marzo 2018 e auspichiamo che già nella busta paga di aprile ci sia l’ incremento contrattuale a regime e gli arretrati che si attestano intorno ai 450 euro medi”. Vista la ristrettezza dei tempi, si tratta di un contratto ponte che non risponde a tutte le problematiche del comparto, ma – assicura la Segretaria della UIL – attraverso l’istituzione  di una commissione paritetica, si procederà entro luglio 2018 alla rivisitazione della declaratoria dei profili professionali e alla semplificazione del sistema, nonché l’analisi di specifiche professionalità, al fine della loro valorizzazione. Di fronte al vano tentativo di mettere all’angolo  il sindacato e la contrattazione collettiva nazionale – chiude Tecla Boccardo – , si riafferma la centralità  del confronto e della partecipazione e si riapre un percorso di confronto e di partecipazione in vista della nuova piattaforma contrattuale per il triennio 2019-2021.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Ma Renzi non ha fatto già danni enormi al Pd?

di Vincenzo Cordisco Cari dirigenti, segretari ed ex segretari del pd, o forse meglio dire …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*