Home / Territorio / Protezione civile, i danni del sisma

Protezione civile, i danni del sisma

La Protezione Civile ha fornito i primi numeri definitivi del post terremoto: 6 scuole inagibili, 35 comuni con edifici lesionati, 95 sopralluoghi su edifici pubblici di cui, il 40% è risultato parzialmente lesionato. La questione che interessa maggiormente è la sicurezza degli edifici scolastici dato anche l’imminente riapertura delle scuole. Tra le situazioni in sospeso, in provincia di Campobasso c’è quella di San Martino in Pensilis dove, il sindaco, Massimo Caravatta ha posticipato la riapertura della scuola materna per ultimare alcuni lavori all’edificio. A Tavenna, si spera in un esito positivo dopo l’abbattimento di una tettoia pericolante alla scuola primaria. I 350 alunni del Liceo Omnicomprensivo di Guglionesi saranno invece ospitati nella scuola media di Via Campania. La situazione più grave risulta essere quella della scuola di Portocannone che ha subito importanti danni dovuti al sisma; il sindaco di San Martino in Pensilis ha messo a disposizione i locali della scuola media per ospitare gli alunni. Per quanto riguarda le scuole in provincia di Isernia, rimane incerta la situazione ad Agnone dove il sindaco ancora non decide se riaprire la scuola di San Marco che ospita l’alberghiero, le classi delle elementari e l’ex scuola di via Micca con l’infanzia e la primaria. Il Comune sta valutando la possibilità dei doppi turni.

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Non facciamo del Molise un vuoto a perdere

di Giuseppe Saluppo Case senza famiglia, disabitate d’anime, nascite e cuori; non case, ma vuoti …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*