Home / Territorio / “Presto i canali Rai torneranno pienamente visibili in tutte le zone del Basso Molise”

“Presto i canali Rai torneranno pienamente visibili in tutte le zone del Basso Molise”

“In qualità di componente della commissione di Vigilanza Rai, ho presentato l’interrogazione con l’obiettivo di accelerare la risoluzione del problema della piena visibilità dei canali Rai non assicurata a migliaia di cittadini di diversi comuni del basso Molise”. Così l’Onorevole Roberto Ruta fattosi carico del problema che ha interessato le zone del Basso Molise. “Tempestivamente gli organi preposti della Rai mi hanno relazionato sulle ragioni del disservizio e della conseguente procedura attivata presso il Ministero dello Sviluppo economico che, a sua volta, ha posto in essere le azioni necessarie per la soluzione del problema registrato e denunciato da cittadini e amministratori.

Nello specifico, la ragione per la quale in alcune zone del basso Molise sussistono problemi di ricezione dei canali RAI è l’utilizzo degli impianti dell’emittente abruzzese, TVR VOXSON, a partire dal 23 novembre 2016, delle frequenze del canale 39 UHF, utilizzato dalla Rai per la diffusione dei programmi di Rai 1, Rai 2, Rai 3 (a diffusione regionale), Rai News, i programmi radiofonici di Radio1, Radio2, Radio3 e il Televideo.

Tale interferenza comporta che in alcune zone dei comuni di Termoli, Campomarino, Montenero di Bisaccia, Petacciato, Acquaviva Collecroce e di alcune aree dei comuni confinanti, il segnale Rai è disturbato.

Questa situazione è stata pertanto denunciata da Rai Way all’organo periferico del Mise-Ispettorato Territoriale Puglia, Basilicata e Molise, che con nota del 9.1.2017 ha diffidato la emittente “TVR VOXSON” a provvedere alla eliminazione della situazione interferenziale dandone comunicazione entro 15 giorni (quindi entro il 24.1.2017).

Per questa ragione in caso di adempimento da parte dell’emittente abruzzese il segnale Rai entro pochi giorni sarà pienamente fruibile.

In caso di inadempimento bisognerà attendere la conseguente azione da parte del Ministero dello sviluppo economico per ottenere l’atteso risultato.

E’ utile sottolineare che nel caso di interferenza ai servizi diffusi della RAI ed in particolare quelli contenenti la programmazione generalista e di informazione, si possono configurare anche profili di interruzione del Servizio Pubblico.

Continuerò a seguire la questione finchè non sarà ripristinato il servizio pubblico radiotelevisivo per tutti i cittadini molisani, nella convinzione che ciò avverrà in tempi strettissimi, grazie alla piena collaborazione con la Rai e il Ministero dello Sviluppo economico”.

 

 

 

Di Virginia Romano

Potrebbe Interessarti

Donazione di organi al Neuromed. L’atto di solidarietà della famiglia di un paziente

Un’altra storia di solidarietà è stata scritta questa notte all’Istituto Neuromed. Un atto di generosità …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*