Home / Campobasso / Polizia, vasto il controllo del territorio

Polizia, vasto il controllo del territorio

Nell’ottica di una continua e sempre più efficace prevenzione dei reati in genere, caparbiamente perseguita dalla Polizia di Stato di Campobasso, è proseguita l’incisiva e capillare attività di controllo del territorio in ambito cittadino, ulteriormente incrementata nel corso della settimana che volge al termine.  Il Questore Pagano, infatti, ha disposto – in questo capoluogo – servizi straordinari di controllo del territorio finalizzati a garantire una maggiore sicurezza e a contrastare ogni forma di illegalità, rafforzando, con una più organica presenza di operatori della Polizia di Stato, la percezione di sicurezza nella collettività.  La specifica attività è stata espletata prevedendo una mirata dislocazione di pattuglie sul territorio con l’impiego contemporaneo e sinergico di personale appartenente ai diversi uffici della Polizia di Stato della provincia.

In tale contesto sono stati operati numerosi posti di controllo ed effettuata una vigilanza dinamica presso punti strategici e ritenuti maggiormente a rischio, sia in ambito cittadino che lungo le arterie stradali di accesso alla città.

Il dispositivo ha portato ad una importante attività di prevenzione e contrasto del crimine in genere che ha consentito di identificare circa 350 persone, controllare oltre 200 veicoli ed elevare numerose contravvenzioni al Codice della Strada.

In tale contesto operativo, tre soggetti di origini campane sono stati deferiti all’A.G. per violazione di un provvedimento del Questore di “divieto di ritorno” nel Comune di Campobasso con scadenza nel 2019 e pertanto ancora in vigore. Presso un noto centro commerciale del Capoluogo, alcuni avventori avevano infatti segnalato la presenza dei  tre uomini che si aggiravano tra le auto in sosta del parcheggio coperto, proponendo la vendita di merce. All’arrivo della Volante della Polizia, i predetti si davano a precipitosa fuga, cercando di nascondersi. Raggiunti e fermati dagli operatori, a loro carico risultavano al controllo numerose segnalazioni tra le quali, appunto, il suddetto “divieto”, per cui si procedeva alla contestazione dell’illecito amministrativo con il conseguente sequestro della merce.

Nel corso della settimana, sono inoltre proseguiti i controlli agli esercizi ricettivi denominati Bed and Breakfast siti nel comune di Campobasso ed operati dal personale della Divisione di Polizia Amministrativa e Sociale al fine di verificare il rispetto delle regole di carattere prettamente amministrativo. Nel corso dell’attività, svolta sia in ambito diurno che serale, sono state controllate numerose strutture, riscontrando violazioni amministrative per le quali si procederà ad irrogare le relative sanzioni. In tale contesto, due persone sono state denunciate all’A.G. per “mancata comunicazione degli alloggiati alla Questura da parte dei gestori di esercizi alberghieri e altre strutture ricettive”.

A Termoli, infine, una persona di nazionalità egiziana è stata deferita all’A.G., in stato di libertà, per irregolarità sul soggiorno.

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Il Comune di Campobasso taglia chilometri e fondi e la Seac licenzia 10 autisti

Fulmine a ciel sereno, mica poi tanto, quello dei 10 licenziamenti alla Seac, la società …

Un Commento

  1. Attilio Crescimbeni

    Questo controllo è necessario, anzi indispensabile. Si stanno verificando troppi eventi negativi in regione, ma in particolare a Campobasso, tra persone che scompaiono, che si accoltellano, che rubano nelle scuole o nelle oreficerie, che vandalizzano spazi urbani. Se il delinquente percepisce che non c’è un sistema di regole e sanzioni, si sentirà autorizzato a continuare nella sua deleteria azione. Occorre ribaltare questo andamento e creare o ricreare quell’apparato normativo e sanzionatorio che porterà chiunque a pensarci tre volte prima di commettere un atto criminale!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*