Home / Politica / Pilone: “Le mie ragioni sul Consuntivo”

Pilone: “Le mie ragioni sul Consuntivo”

Le nostre considerazioni sull’intervento del consigliere comunale di Campobasso, Francesco Pilone, sul Consuntivo 2016, vede oggi la risposta dello stesso che pubblichiamo integralmente.

 

Egregio Direttore,

In merito all’articolo pubblicato in data odierna sul giornale da lei diretto, dal titolo “Le cadute politiche del Consigliere Pilone”, intendo avanzare alcune considerazioni:

  1. Sarebbe stato corretto, a mio avviso, pubblicare il mio comunicato stampa e magari il commento all’articolo, invece di omettere il primo e pubblicare solo il secondo;
  1. Il Bilancio Consuntivo di un Ente è il documento con cui l’Amministrazione certifica, alla fine dell’anno di riferimento (in questo caso il 2016), le spese e le entrate effettivamente sostenute per la gestione dell’ente comunale. Il Consuntivo non è il Preventivo!!! Non c’è nulla da programmare perché il tutto è stato già fatto. E’ il rendiconto analitico delle entrate e delle uscite dell’anno precedente. Non vi sono allegate, infatti, le relazioni programmatiche per ciascun settore così come previsto nel previsionale, ma sono evidenziati solo gli scostamenti tra quello previsto in entrata o in uscita e quello realmente registrato come introito o come spesa. Non solo!!! Lo scostamento è palesato anche in merito all’accertato e a quello realmente riscosso per quanto riguarda soprattutto le entrate extratributarie.
  1. Sui servizi a domanda individuale (servizi sportivi, asili nido, aree mercatali, ecc…) non ho parlato di fare cassa sulle spalle dei cittadini!!! Ho semplicemente affermato (e lo riaffermo) che chi utilizza determinati servizi li deve pagare e compito dell’Amministrazione è quello di evitare le morosità da parte di chi, per esempio, fa “impresa” sportiva a discapito di chi invece regolarmente paga i servizi perchè utilizza l’impiantista comunale. Le discrasie evidenziate, inoltre, non riguardano solo le “distanze” tra l’accertato ed il reale riscosso, ma anche l’aspetto gestionale che più volte (così come anche ieri durante la seduta di Consiglio Comunale) è stato posto in evidenza. E’ inconcepibile che in una città come Campobasso, dove continuano le proprie attività asili nido privati, il Comune non solo ha chiuso, anni addietro, una struttura di questo genere in via Monte San Gabriele, ma addirittura sull’unico che gestisce non riesce a promuovere una funzionalità tale non dico di avere un guadagno, ma almeno di pareggiare le spese. E questo non facendo leva sulla “retta”, ma aumentando la capacità di attrattiva magari potenziando il servizio attraverso la predisposizione di un orario in grado di soddisfare maggiormente l’utenza. Queste cose sono state ribadite non al consuntivo, ma nel previsionale quando ci sono state prospettate! 
  1. L’analisi politica, infatti, l’abbiamo puntualmente fatta in occasione del preventivo 2016 quando è stato approvato a Giugno dello scorso anno, mettendo in evidenza tutte le discrasie programmatiche e di pianificazione di un’amministrazione fallimentare sotto ogni punto di vista.

Per concludere: l’analisi dei conti prospettata da me nel consuntivo, ha evidenziato la carenza programmatica e prospettica puntualmente palesata nel previsionale!”

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

In scena la demagogia politica e il tentativo di rifarsi una verginità

Consiglio comunale con un solo argomento/tema all’ordine del giorno è in programma il 21 settembre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*