Home / Campobasso / Pilone e Cancellario: “Ora Durante deve dimettersi”

Pilone e Cancellario: “Ora Durante deve dimettersi”

Le recenti sentenze sulle firme false, che hanno coinvolto due amministratori del Comune di Campobasso, Colagiovanni e Durante, hanno portato il gruppo consiliare comunale di Democrazia popolare a chiedere le dimissioni del presidente del Consiglio comunale, Michele Durante. “I fatti ci impongono di intervenire, di dire la nostra, nella piena consapevolezza che non tocca a noi dare nessun giudizio morale o comportamentale sulla questione, né tocca a noi commentare sentenze, ma è nostro dovere solo pretendere chiarezza e senso delle istituzioni. Se nel caso dell’Assessore, esponente di Giunta, la scelta (ovviamente personale) implicherebbe, dal punto di vista politico e fuori dalla sfera individuale, la presa di responsabilità in carico al rapporto fiduciario con il Sindaco soggetto deputato alla nomina assessorile (ma il Sindaco, preso dai suoi doppi incarichi e chiuso nelle segrete stanze, ha ormai perso da tempo il contatto con la realtà ed il mondo esterno, al di là di qualche formale taglio di nastro, a tal punto che sulla vicenda, come su tutto il resto, mette la testa sotto la sabbia), cosa diversa è per il Presidente del Consiglio”.  Lo scrivono i consiglieri comunali, Francesco Pilone e Marialaura Cancellario.  “L’art. 15 dello Statuto Comunale- proseguono i due esponenti di opposizione – stabilisce, al comma 1, che il Presidente sia il rappresentante legale del Consiglio Comunale, così come al comma 6, viene definito che il Presidente abbia il compito di rappresentare il Consiglio Comunale nelle pubbliche manifestazioni.  Il rapporto Consiglio-Presidente è, pertanto, un rapporto di stretta rappresentanza, di sintesi, di giusta testimonianza proprio perché il Presidente è eletto dall’organo consiliare.  In conclusione, dunque, appare evidente che il Presidente Durante, in virtù proprio dell’altissimo ruolo istituzionale che ricopre e delle osservazioni appena evidenziate, ma soprattutto perché persona intelligente, debba procedere ad un’attenta analisi seria e responsabile al fine di addivenire ad una giusta decisione senza che nessuno glielo chieda.

 

Di Giuseppe Saluppo

Potrebbe Interessarti

Paradosso molisano: La Caserma col condominio

Disperatamente alla ricerca di una delibera di giunta regionale  che annunci il varo di un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*